Argomenti Didattica

Tutti gli argomenti

“Acqua madre: dall’acqua la vita”: una unità di apprendimento per le superiori

WhatsApp
Telegram

La Giornata mondiale dell’acqua è una giornata sull’acqua e sui cambiamenti climatici, in particolare su come i due siano strettamente collegati. Imparando di più sull’effetto che il cambiamento climatico ha sull’acqua pulita, più possiamo proteggere la salute delle persone e persino salvare vite umane. Adattandoci agli effetti, possiamo imparare a usare l’acqua in modo più efficiente per aiutare a ridurre i gas serra. La Giornata mondiale dell’acqua si celebra il 22 marzo. Durante la settimana in cui ricade detta giornata, scuole, organizzazioni e persino aziende si uniscono per diffondere la consapevolezza di questo importante messaggio.

Acqua pulita e servizi igienico-sanitari: un obiettivo globale delle nazioni unite

Acqua pulita e servizi igienico-sanitari è l’obiettivo n. 6 nell’elenco degli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG) delineato dalle Nazioni Unite (ONU). Tra i vari altri obiettivi globali, il raggiungimento di acqua pulita e servizi igienici per gli esseri umani in tutto il mondo è una delle priorità chiave delle Nazioni Unite. Attraverso l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO), le scuole e i gruppi educativi sono incoraggiati a insegnare agli studenti i 17 SDG e ad impegnarsi in attività stimolanti che ne illustrino l’importanza. La Giornata mondiale dell’acqua è l’occasione perfetta per conoscere tutto sull’obiettivo delle Nazioni Unite per l’acqua pulita e i servizi igienico-sanitari, compreso ciò che possono fare all’interno della loro comunità per aiutare.

Perché l’istruzione è importante per raggiungere l’sdg-6

Come spiega l’UNESCO, un’istruzione completa sull’acqua ci fornirà gli strumenti necessari di cui abbiamo bisogno per monitorare la qualità dell’acqua; migliorare l’uso dell’acqua sviluppando maggiori risorse per il suo riutilizzo e aiutare a sensibilizzare le comunità in modo che svolgano un ruolo attivo nel miglioramento della gestione dell’acqua e dei servizi igienico-sanitari. L’acqua è essenziale per la vita. Costituisce fino al 65% del corpo umano e il 90% della struttura delle piante. Nessun essere vivente può sopravvivere senza di essa. Nonostante ciò, l’accesso di molte persone all’acqua pulita è minacciato dall’inquinamento dei fiumi, dalla cattiva economia, dalle scarse infrastrutture e dalla costosa gestione delle città. Milioni di persone, compresi i bambini, muoiono ogni anno a causa di malattie associate all’inadeguatezza dell’approvvigionamento idrico, delle strutture igienico-sanitarie e dell’igiene. Fortunatamente, nell’ultimo decennio sono stati compiuti grandi progressi per quanto riguarda le fonti di acqua potabile e i servizi igienico-sanitari, per cui oltre il 90% della popolazione mondiale ha ora accesso a fonti di acqua potabile migliorate. Tuttavia, c’è ancora molto lavoro da fare.

Elementi da considerare parlando di acqua

Di seguito sono riportati alcuni fatti su acqua pulita e servizi igienici in tutto il mondo:

  • La mancanza d’acqua colpisce oltre il 40% della popolazione mondiale, in costante aumento.
  • Almeno 892 milioni di persone continuano a praticare la defecazione aperta.
  • Dal 1990 2,6 miliardi di persone hanno ottenuto l’accesso a fonti di acqua potabile migliorate, ma 663 milioni di persone rimangono ancora senza accesso.
  • Ogni giorno, quasi 1.000 bambini muoiono a causa di malattie diarroiche prevenibili legate all’acqua e ai servizi igienici.
  • 3 persone su 10 non hanno accesso a servizi di acqua potabile gestiti in sicurezza e 6 persone su 10 non hanno accesso a strutture igienico-sanitarie gestite in sicurezza.
  • Oltre l’80% delle acque reflue derivanti dalle attività umane viene scaricato nei fiumi o nel mare senza alcuna rimozione dell’inquinamento.
  • Le donne e le ragazze sono responsabili della raccolta dell’acqua nell’80% delle famiglie senza accesso all’acqua nei locali.
  • Inondazioni e altri disastri legati all’acqua rappresentano il 70% di tutti i decessi legati a disastri naturali.
  • Più di 2 miliardi di persone vivono con il rischio di un accesso ridotto alle risorse di acqua dolce ed entro il 2050 è probabile che almeno una persona su quattro vivrà in un Paese colpito da carenze croniche o ricorrenti di acqua dolce.

Idee in aula per la giornata mondiale dell’acqua

Di seguito sono riportate alcune idee per la Giornata mondiale dell’acqua che puoi utilizzare in classe per educare i bambini sulla crisi dell’acqua pulita.

Tenere una lezione su acqua pulita e servizi igienico-sanitari

È importante che gli studenti comprendano prima lo stato attuale dell’acqua pulita nel mondo e quante famiglie vivono senza acqua. Per fare ciò, gli insegnanti possono basare un’intera lezione su questo problema utilizzando infografiche, poster e opuscoli di attività. Molti di questi possono essere scaricati gratuitamente dal sito Web dell’UNESCO, tuttavia assicurati di controllare in modo specifico queste risorse:

  • Distintivo Sfida sull’acqua: esplora, gioca, scopri e trova modi intelligenti per aiutare a preservare l’acqua nelle nostre case
  • “Acqua pulita e servizi igienico-sanitari” – Idee per progetti globali
  • Infografica su acqua pulita e servizi igienico-sanitari
  • Piano di lezione “Acqua pulita per tutti” – La lezione più grande del mondo
  • ‘Acqua pulita e servizi igienico-sanitari: perché è importante’.

Guarda un documentario sull’acqua

Ci sono molti affascinanti documentari sull’acqua che puoi proiettare ai tuoi studenti sulla giornata, inclusi quelli su piattaforme di streaming come Netflix e Amazon Prime.

Crea un diario dell’acqua

Aiuta gli studenti a comprendere l’importanza dell’acqua sviluppando la consapevolezza del proprio consumo quotidiano. Per un giorno, chiedi agli studenti di annotare tutta l’acqua o i liquidi che consumano e, se possibile, tutta l’acqua che la famiglia consuma durante il giorno. Chiedi loro di pensare in dettaglio alle loro voci, ad esempio lasciano il rubinetto aperto mentre si lavano i denti? Quanto tempo passano sotto la doccia; quanti bicchieri d’acqua bevono?

Le attività tipiche che richiedono acqua potrebbero includere:

  • Attività mattutine (lavarsi i denti, ecc.)
  • Bevande
  • Cucinare il cibo
  • Visite in bagno
  • Lavanderia
  • Pulizia
  • Lavare i piatti
  • Innaffiando le piante
  • Lavare la macchina ecc.

Dipendiamo troppo dall’acqua: gli alunni devono rendersene conto

Anche se potrebbero non essere in grado di calcolare misurazioni esatte, pensare a tutte le attività per cui usano l’acqua e per quanto tempo aprirà davvero gli occhi degli studenti su quanto dipendiamo dall’acqua e quanto siano fortunati ad averne accesso. Successivamente, gli insegnanti possono svolgere un’attività in cui gli studenti condividono e discutono il loro consumo di acqua in gruppi o in classe e parlano dei modi in cui possono ridurlo.

Partecipa alla sfida dell’accesso all’acqua

Perché non sfidare gli studenti a limitare il loro accesso all’acqua per un giorno? Presto si renderanno conto di quanta acqua pulita sia una parte fondamentale di ogni giorno. Gli studenti partecipanti si impegnano a soddisfare tutte le loro esigenze idriche da UNA sola fonte, proprio come le persone che vivono nei paesi in via di sviluppo in tutto il mondo. Limitando il proprio fabbisogno idrico per un giorno, gli studenti possono interiorizzare quanto sia prezioso e prezioso un punto di accesso all’acqua pulita.

Crea una campagna per l’acqua

Lavorando in gruppo, gli studenti dovrebbero creare la propria campagna sostenendo un minor consumo di acqua nella loro scuola o comunità locale. Potrebbe trattarsi di una campagna sui social media o potrebbe essere la distribuzione di poster e volantini in giro per la scuola o nei quartieri locali. Gli studenti possono creare i loro poster digitalmente sul computer o con materiali artistici e artigianali. Risorse per poster che possono essere utili possono essere trovate sul sito web della Giornata Mondiale dell’Acqua .

Ospita un’attività di “Programma televisivo” sull’acqua pulita

Dopo una lezione in classe sull’acqua pulita nel mondo, dividi gli studenti in squadre per discutere i diversi aspetti della questione in un programma televisivo simulato. Un gruppo potrebbe svolgere la parte di membri di organizzazioni non governative o membri di organizzazioni delle Nazioni Unite. L’altro lato potrebbe essere il capo di grandi società commerciali o proprietari di società di costruzioni. Gli studenti poi recitano il talk show per la classe. Un’altra opzione sarebbe trasformarla in un modello di dibattito delle Nazioni Unite simulato .

Acqua madre: dall’acqua la vita”: un’UdA per la Secondaria Superiore per parlare nella giornata dedicata all’acqua

“Acqua madre: dall’acqua la vita” è il titolo dell’UdA per la Secondaria Superiore realizzata dagli eccellenti docenti dell’Istituto Statale di Istruzione Superiore “Europa” di Pomigliano d’Arco (NA) diretta magistralmente dalla dirigente scolastica prof.ssa Rosanna Genni. Si tratta di un percorso, davvero ottimamente concepito, per “sensibilizzare gli allievi nei confronti del problema, sia a livello locale sia globale cercando soluzioni che possano contribuire a raggiungere il 6° obiettivo dell’Agenda 2030: Garantire la disponibilità e la gestione sostenibile di acqua e condizioni igieniche per tutti. L’acqua è fonte di vita ed è necessario che questa sia accessibile a chiunque. Un’affermazione che sprona a garantire entro il 2030 l’accesso universale all’acqua pulita e potabile, e a garantire adeguate condizioni igieniche con particolare attenzione alle persone più vulnerabili”.

WhatsApp
Telegram

Perché scegliere il Corso di Preparazione al Concorso per Dirigente scolastico di Eurosofia?