Acerra, “Maschera di Pulcinella”: 20 studenti nell’antologia letteraria del Premio

WhatsApp
Telegram

Domenica 22 gennaio 2017 grande serata all’insegna della cultura al Teatro Italia di Acerra.  Grazie all’Associazione artistico-culturale “Linguaggi Convergenti”, condotta dal dott. Raffaele Tagliamonte, sotto l’occhio vigile della prof.ssa  Pina Candileno, è giunta alla III edizione la manifestazione “Mostra e Premio d’arte Maschera di Pulcinella”. Essa sostiene la candidatura della Maschera di Pulcinella,  bene culturale immateriale, nella lista rappresentativa Patrimonio Unesco.

Dopo l’acceso intervento dell’avvocato Domenico Ciruzzi, presidente della fondazione “Premio Napoli”, nel quale egli  ha ricordato, con il prof. Sant’Elia, l’importanza dei talenti sul nostro territorio e la necessità di salvaguardare la cultura e la ricchezza della nostra città , è stata inaugurata, a cura del dott. Ferdinando Creta, la mostra pittorica dei candidati  che concorrevano per il premio “Maschera di Pulcinella- Città di Acerra”. Venti anche i giovanissimi ragazzi selezionati per entrare nell’antologia letteraria del Premio, tutti studenti del liceo Alfonso Maria de’ Liguori, cuore pulsante della cultura acerrana, alcuni dei quali hanno ricevuto una menzione speciale, contribuendo ad arricchire la raccolta di elaborati del concorso.

A suggellare la vittoria dei più meritevoli, l’opera d’arte raffigurante la maschera di Pulcinella pensata e realizzata espressamente per quest’evento dall’architetto Riccardo Dalisi. Egli ha avuto l’onore di consegnare il suo piccolo capolavoro ai primi classificati delle tre categorie in concorso: Yara Marzullo, la quale si è aggiudicata il premio pittura con l’opera “la Messaggera”, Alfonso Severino, autore di “Se venissi da te un giorno” , vincitore della sezione poesia e Sergio Mario Ottaiano, il giovane autore del racconto “Piuma di corvo” che si è aggiudicato il meritatissimo titolo di vincitore della categoria narrativa. Presenti alla serata il vice sindaco Tito d’Errico, i componenti della giuria delle tre sezioni di concorso, tra cui la prof.ssa Angela Procaccini e la prof.ssa Maria Giovanna Bianco. Ad impreziosire la serata il direttore della Civica Scuola di Musica di Acerra, maestro Modestino de Chiara, l’attrice napoletana Antonella Stefanucci che, con la sua ferma ed incantevole voce, ha reso vive ed estremamente toccanti le parole della poesia regina della serata. Significativo l’intervento, nel corso della serata, del preside del liceo di Acerra Carmine de Rosa, che ha sottolineato l’importanza dei tre ambienti di formazione principale per noi ragazzi, vale a dire territorio, ambiente, scuola.

Colonna sonora della serata sono state le armoniose note del sax di Peppe Renella, mentre hanno ricevuto il premio per la loro straordinaria carriera Lino Vairetti e gli Osanna e la Nuova Compagnia di Canto Popolare, nelle persone dei due suoi rappresentati storici: Fausta Vetere e Riccardo Sfogli.
Largo spazio è stato concesso alle perle della musica della memoria, linfa vitale che scorre nei nostri polmoni, nelle nostre  vene, nel nostro cuore, con l’esibizione di Fausta Vetere e Riccardo Sfogli, seguiti dagli Osanna che hnno regalato al pubblico un’insolita interpretazione di brani della NCCP.
Alla fine della serata tanta pace e serenità regnavano nel cuore e nell’animo di tutti; un evento, questo, di cui pensiamo avere grande bisogno in momenti di ingiustizie e brutture.

Dell’Aquila Imma
Guarino Miriana
Pinto Gabriele
Romano Rita
Rossi Monica
Vigliotta Pasquale
III A scient.

Liceo Alfonso Maria de’ Liguori

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario infanzia e primaria incontri Zoom di supporto al superamento della prova scritta. Affidati ad Eurosofia