Accusata di omesso controllo per atti di bullismo su alunno. Docente di scuola media assolta: “Il fatto non sussiste”

Stampa

Un’insegnante, accusata per omesso controllo su atti persecutori nei confronti di uno studente, è stata assolta dal tribunale di Torino.

Il caso, come rende noto il Quotidiano Piemontese, risale al 2015-16, quando un ragazzo disabile al 100% subiva atti di bullismo da un compagno di classe (all’epoca 13enne e dunque non imputabile).

Il fatto venne scoperto grazie al tema di un alto ragazzo e le indagini mandarono a processo due insegnanti, accusati di non essere quasi mai presenti in aula.

Il primo patteggiò un anno di reclusione, la seconda andò a processo. Per lei il pm chiese una condanna a 1 anno e 6 mesi. Ora è arrivata invece l’assoluzione perché il fatto non sussiste.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur