Accredito errato da parte dell’Inps. Lettera

Stampa

Una vicenda assurda. Mi chiamo Domenico Fortugno, sono un Docente precario (a 55 anni ancora precario) e alla fine di ogni anno scolastico faccio la domanda di disoccupazione all'Inps.

Una vicenda assurda. Mi chiamo Domenico Fortugno, sono un Docente precario (a 55 anni ancora precario) e alla fine di ogni anno scolastico faccio la domanda di disoccupazione all'Inps. Nel settembre del 2015 (precisamente il 24), inizio a lavorare in una scuola pubblica Superiore. Il giorno prima avverto (per via telematica…mi sembra PEC) la Direzione Provinciale dell'Inps di Padova, dicendo che da giorno 24 settembre inzio a lavorare e quindi non dovrò più percepire l'indennità di disoccupazione. Bene (anzi male).

Qui cominciano i problemi. Cioè, l'impiegato di turno non ha di fatto bloccato la mia pratica…ma io ero tranquillo, perché nei mesi successivi non ho ricevuto nessuna indennità di disoccupazione (questo è il secondo errore da parte dell'Inps). Arriviamo a luglio 2016. Il 1° luglio faccio la domanda di disoccupazione per l'anno in corso (come ogni anno).

Dopo qualche giorno entro nel sito dell'Inps e trovo l'oro, trovo l'America. Cioè mi hanno accreditato 5.100 € (che sarebbero i mesi che vanno da ottobre 2015 a giugno 2016, mesi duranti i quali io stavo lavorando ed ovviamente era ed è una somma che non dovevo e non devo percepire).

Insomma, morale della favola, adesso l'Inps rivuole i soldi indietro (giustamente), ma non vuole 5.100 € ma 6.800 €, cioè vuole il lordo. Ma se io ho solo il netto, come faccio a darti il lordo? E se io sono precario/disoccupato dove li prendo 1.700 €?

Cordiali saluti

Domenico Fortugno

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur