Accorpamento USR. Passo indietro del Ministro? Notizie ufficiose per Friuli Venezia Giulia

di redazione
ipsef

red – Per primi abbiamo dato la notizia del via alla soppressione degli Uffici Scolastici Regionali del Friuli, Umbria, Molise e Basilicata. Da notizie ufficiose apprendiamo che ci saranno delle modifiche rispetto al progetto iniziale.

red – Per primi abbiamo dato la notizia del via alla soppressione degli Uffici Scolastici Regionali del Friuli, Umbria, Molise e Basilicata. Da notizie ufficiose apprendiamo che ci saranno delle modifiche rispetto al progetto iniziale.

L’accorpamento, che rientra nei tagli alla spesa previsti dalla Spending Rewiev, prevede un cambiamento dell’assetto degli USR così articolato: Veneto e Friuli; Marche e Umbria; Abruzzo e Molise; Puglia e Basilicata.

Se da un lato, era stata già stata esclusa la Liguria, dall’altro, i sindacati presenti all’incontro con il MIUR, si erano mobilitati esperimento perplessità per l’accorpamento del Friuli, dal momento che presenta peculiarità a partire dai corsi plurilingue in relazione alle tre lingue minoritarie presenti sul territorio, riconosciute e tutelate dalla legge 482 del dicembre 1999.

Notizie ufficiose vogliono che ci siano state delle modifiche al progetto iniziale. Notizie che riguardano lo stralcio del Friuli dall’accorpamento con il Veneto, ma che vorrebbero modifiche anche ad altri aspetti dei provvedimenti, a partire dagli interventi all’assetto dei Dipartimenti.

In attesa di notizie certe, vi rimandiamo all’articolo precedente nel quale, per sommi capi, riportavamo il nuovi assetto degli USR e dei Dipartimenti

Al via soppressione di 4 USR: Friuli, Umbria, Molise, Basilicata

Versione stampabile
anief anief voglioinsegnare