Accorpamento plessi, l’articolato della finanziaria

di redazione
ipsef

red –  Rino Di Meglio, segretario della FGU, teme un taglio di 3000 sedi, 1000 in più rispetto alle iniziali stime. Pubblichiamo l’articolato del decreto.

red –  Rino Di Meglio, segretario della FGU, teme un taglio di 3000 sedi, 1000 in più rispetto alle iniziali stime. Pubblichiamo l’articolato del decreto.

Gli articoli nella finanziaria: " Per garantire un processo di continuità didattica nell’ambito dello stesso ciclo di istruzione, a decorrere dall’anno scolastico 2011 – 2012 la scuola dell’infanzia, la scuola primaria e la scuola secondaria di primo grado sono aggregate in istituti comprensivi, con la conseguente soppressione delle istituzioni scolastiche autonome costituite separatamente da direzioni didattiche e scuole secondarie di I grado; gli istituti compresivi per acquisire l’autonomia devono essere costituiti con almeno 1.000 alunni, ridotti a 500 per le istituzioni site nelle piccole isole, nei comuni montani, nelle aree geografiche caratterizzate da specificità linguistiche.

Alle istituzioni scolastiche autonome costituite con un numero di alunni inferiore a 500 unità, ridotto fino a 300 per le istituzioni site nelle piccole isole, nei comuni montani, nelle aree geografiche caratterizzate da specificità linguistiche, non possono essere assegnati dirigenti scolastici con incarico a tempo indeterminato. Le stesse sono conferite in reggenza a dirigenti scolastici con incarico su altre istituzioni scolastiche autonome."

Un’operazione che porterà un risparmio sulle dirigenze, personale di segreteria e amministrativo. Per quanto riguarda i presidi, in un comunicato di recente divulgazione, la FGU teme un taglio di 3000 unità.

Versione stampabile
anief
soloformazione