Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Accettare una supplenza influisce sul diritto alla Dis Coll?

Stampa

Per chi ha contratto di collaborazione accettare una supplenza potrebbe far perdere il diritto alla Dis Coll.

Non ne parliamo spesso perchè non sempre è un argomento che potrebbe interessare nel comparto scuola, ma esiste anche una indennità di disoccupazione per i collaboratori iscritti alla Gestione Separata INPS. Si tratta della Dis Coll che, al pari della Naspi, viene erogata ai collaboratori iscritti alla Gestione Separata che perdono involontariamente l’occupazione.

Rispondiamo ad un nostro lettore che ci chiede:

Gentilissimi,ho in essere con una Fondazione un co co co con scadenza il 31 dicembre 2021, sono iscritto dunque alla Gestione Separata INPS. Dovessi accettare una supplenza ATA con scadenza il 30 dicembre 2021 (e rimanendo dunque dal 1° gennaio senza impiego), posso alla fine dei due contratti chiedere la Discoll senza problemi? O aver prestato servizio per la scuola mi fa perdere la possibilità di richiederla? Grazie mille!

Dis Coll spetta con supplenza?

La Dis Coll è l’indennità di disoccupazione che spetta ai collaboratori, coordinati e continuativi, ai collaboratori a progetto, agli assegnisti e ai dottorandi di riverca iscritti in via esclusiva alla Gestione Separata INPS che perdono involontariamente la propria occupazione.

Al di la di quelli che sono i requisiti di accesso, appare subito chiaro che uno degli elementi che da diritto all’indennità è l’iscrizione in via esclusiva alla Gestione Separata. Esclusiva che viene desunta dall’aliquota applicata per il calcolo della contribuzione in Gestione Separata.

Per soddisfare tale requisito, l’INPS precisa, è necessario che non vi sia sovrapposizione tra il rapporto di collaborazione (progetto, assegno o dottorato) con altra attività lavorativa, come ad esempio il rapporto di lavoro subordinato.

Accettando una supplenza fino al 31 dicembre, di fatto, per lei ci sarebbe sovrapposizione di attività lavorativa subordinata con il contratto di Co.co.co. e pertanto perderebbe il diritto a ricedere l’eventuale indennità al termine del contratto in essere.

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Acquisisci 6 punti con il corso Clil + B2 d’inglese. Contatta Eurosofia per una consulenza personalizzata