Accetta l’incarico al nord e prende servizio un solo giorno prima delle vacanze di Natale: scoppia la polemica

WhatsApp
Telegram

Una puntata molto polemica ieri all’Arena di Giletti dove è intervenuto un docente titolare di cattedra di diritto presso una scuola di Padova.

Il docente, commercialista in provincia di Benevento, non ha mai preso servizio per assistere uno zio della moglie e a tale scopo ha preso un congedo biennale, che permette di mantenere posto e stipendio pieno.

Il dirigente della scuola ha chiamato un supplente stabile, trovato dopo quattro abbandoni, ma prima delle vacanze di Natale il titolare ha deciso di rientrare per un giorno, il 23 dicembre, per poter risparmiare sulle vacanze di Natale e non “sprecarle” nel periodo di computo del congedo. In questo modo la supplente ha perso il posto di lavoro; Intanto il professore ha ripreso il congedo il giorno 9 gennaio. La scuola ha dovuto quindi riscorrere le graduatorie d’istituto per trovare un altro supplente.

Il dirigente si è infuriato ed ha scritto una lettera al docente in cui chiedeva perché fosse tornato per un solo giorno invece di restarsene ancora a casa.

Durante la trasmissione a questo punto si è acceso il dibattito sulla questione etica e legalità: il docente ha affermato che non ha abusato della legge, perché il rientro per un solo giorno gli è permesso dalla norma, quindi il suo è un uso legale.

In realtà secondo la normativa delle supplenze, DM 131/07, non era affatto necessario che il docente rientrasse fisicamente il 23 dicembre per uscire dal congedo: è infatti possibile farlo il primo giorno di vacanze, in quel caso il supplente sarebbe stato riconfermato il giorno 9 gennaio al rientro.
Ecco quanto recita l’art.7 comma 5 del DM:”Nel caso in cui ad un primo periodo di assenza del titolare ne consegua un altro intervallato da un periodo di sospensione delle lezioni si procede alla conferma del supplente già in servizio; in tal caso il nuovo contratto decorre dal primo giorno di effettivo servizio dopo la ripresa delle lezioni.”

Intanto il parente disabile del docente è deceduto, con la conseguenza che quest’ultimo sarebbe dovuto rientrare, ma, dopo le tante polemiche sul suo caso, non riprenderà servizio.

Lezioni sospese per le vacanze di Natale: i diritti del supplente. La guida di Orizzonte Scuola

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur