Accesso all’insegnamento e formazione iniziale dei docenti: se ne parla al Miur il 29 ottobre

E' stato convocato per giovedì 29 ottobre alle ore 15, presso il Miur, il tavolo sulla Formazione iniziale dei docenti e l'accesso all'insegnamento.

E' stato convocato per giovedì 29 ottobre alle ore 15, presso il Miur, il tavolo sulla Formazione iniziale dei docenti e l'accesso all'insegnamento.

Si tratta di un argomento molto complesso, al quale la legge 107/2015 ha dedicato un ampio spazio.

Conclusa infatti la fase transitoria dei TFA (siamo in attesa dell'indizione del III ciclo), si vuole modificare nuovamente la formazione iniziale degli insegnanti.

La formazione iniziale dei docenti, dunque, sarà affidata alle Università ma, diversamente che in passato, avverrà già durante il corso di laurea e non soltanto dopo, come avveniva e avviene tuttora con le SISS, i TFA e i PAS.

In sostanza il percorso prevederebbe questo iter

Attivazione presso le Università e le Accademie di corsi di Laurea magistrale e corsi di Diploma di laurea di secondo livello, coerenti con le classi disciplinari di concorso .

Terminato il corso di laurea, si potrà accedere al concorso nazionale, i cui vincitori saranno assegnati a un'Istituzione scolastica o a una Rete di scuole e saranno assunti con un contratto di tirocinio di durata triennale retribuito . 

I docenti assunti con la procedura sopra descritta dovranno conseguire,  durante il primo anno di contratto, al fine di completare il percorso di formazione iniziale,  un diploma di specializzazione,  organizzato dalle Università o dalle Accademie e i cui contenuti saranno attinenti alla didattica della classe disciplinare di concorso, alla pedagogia, alla psicologia e alla normativa scolastica.

Nei due anni successivi, i docenti dovranno effettuare il tirocinio formativo  facendo propria gradualmente la funzione docente, anche in sostituzione dei colleghi assenti.

Il diploma di specializzazione suddetto potrà essere conseguito, a proprie spese, anche da chi non ha superato il concorso o da chi non vi ha partecipato; costituirà, inoltre, il titolo per insegnare nelle scuole paritarie. 

Terminato e superato positivamente il periodo di tirocinio, si verrà assunti a tempo indeterminato (secondo quanto previsto dai commi 63-85). 

Diventare insegnanti della Buona Scuola del futuro: laurea + concorso + tirocinio triennale

Vedremo quanto del percorso previsto nella legge107 sarà mantenuto nella delega.

Didattica a distanza, 9 corsi con iscrizione e fruizione contenuti gratuite