Accesso a Medicina: si tenga conto del voto di diploma della scuola superiore. Lettera

WhatsApp
Telegram
ex

inviata dal Prof. Dario Spedicato – Gent.ma redazione di Orizzontescuola, vorrei manifestare il mio dissenso sperando che possa  anche raggiungere anche chi di dovere ( Ministro Pubblica Istruzione), in merito al negato diritto allo studio dei nostri figli, sancito dalla Costituzione Italiana.

E’ ridicolo aggrapparsi a questa o quella pseudo riforma dei test d’ingrasso alle facoltà di medicina, come compare sulla newsletter di oggi.

E’ riconosciuto ormai da più parti che i test di medicina cos’ì come oggi vengono proposti sono inadeguati, anacronistici e servono solo a far cassa e a negare aprioristicamente il diritto allo studio.

Se proprio si deve fare una selezione credo che cosa giusta e seria mi sembra invece la proposta dell’Università di Ferrara che auspica vengano fatti test mirati esclusivamente a rilevare la preparazione in materie attinenti strettamente alla medicina quali la chimica e la biologia con un superamento dei relativi esami con minimo il 27/30.

Aggiungo che non sarebbe male tener conto insieme al superamento dei test, anche del voto del diploma della scuola superiore cosa che avviene in tutte le più prestigiose Università del mondo.

Test di accesso alle Università cambiano: meno logica e più cultura generale. Iscrizioni dal 17 giugno

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito