Accesso a Medicina: si cambia, selezione al secondo anno

WhatsApp
Telegram

Stop al test di accesso alla facoltà di medicina al primo anno.

Il testo della riforma, allo studio della Commissione Cultura e Istruzione alla Camera, vuole risolvere il difficile problema del numero chiuso e delle conseguenti sentenze ai numerosi ricorsi.

I costi dei ricorsi

Si calcolano, scrive Il Messaggero, 20.000 aspiranti medici che entrano tramite ricorso. L’ingresso dei 20mila in più è costato infatti mezzo miliardo di euro per formarli, 30mila euro ciascuno, a cui si aggiungono circa 3 miliardi per garantire la specializzazione a tutti, circa 125mila euro a studente.

Orientamento dal terzo anno delle superiori

La VII Commissione sta mettendo a punto il nuovo testo, che prevede anche l’orientamento a partire dal terzo anno delle superiori.

Gli studenti potranno seguire corsi online con prova di autovalutazione: i corsi saranno gratuiti e pubblici, così da dare un taglio alla spesa delle famiglie, che oggi arriva anche a 5mila euro tra corsi privati a pagamento e libri di testo solo per prepararsi al test.

Con la riforma, dopo un corso di 100 ore e un test di autovalutazione, lo studente può frequentare il primo anno di medicina, che terminerà con un test di accesso al secondo anno.

Il primo anno sarà comune per medicina, odontoiatria, chimica e tecnologie farmaceutiche, farmacia, biologia e biotecnologia.

Alla fine del primo anno, avviene la selezione che si supera cumulando  crediti agli esami e tramite un test  a soglia, per il quale chi ha ottenuto un voto minimo entra sicuramente in una delle facoltà.

Il primo classificato accede alla facoltà indicata come prima scelta e poi si va a scalare nelle altre.

Una volta terminati i 6 anni, si passa alle specializzazioni: da un unico esame di accesso annuale, si passa a due o tre test.

Gli ultimi due anni della specializzazione otterranno contratti di formazione – lavoro a carico delle Regioni, con maggiori diritti e tutele per il lavoro degli specializzandi.

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito