Supplenze, risarcimento per contratti al 31 agosto. Indicazioni per quelli al 30 giugno

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La reiterazione delle supplenze svolte su organico di fatto, ossia conferite fino al 30 giugno, non costituisce un abuso dell’Amministrazione. A stabilirlo la Corte di Cassazione che fornisce alcune importanti indicazioni anche per le supplenze al 30 giugno.

Abuso dei contratti a termine per il personale scuola a tempo determinato

Una docente chiedeva il risarcimento del danno per la reiterazione dei contratti di supplenza svolti tra l’a..s. 2006/07 e il 2011/12. I giudici in prima istanza avevano accolto il ricorso in quanto il periodo di supplenza violato il termine complessivo di durata triennale per le assunzioni a termine nel pubblico impiego, previsto dall’articolo 4 comma 1 della legge 124/1999, senza fornire la prova della concreta esigenza di carattere temporaneo a fondamento dell’assunzione a termine dell’insegnante.

Tuttavia la Corte di Cassazione non convalida il giudizio in quanto le supplenze erano state conferite fino al 30 giugno e dunque su organico di fatto e non al 31 agosto, come organico di diritto.

Per le supplenze al 30 giugno, ovvero «per supplenze su cattedre e posti di insegnamento non vacanti, che si rendano di fatto disponibili entro la data del 31 dicembre e fino al termine dell’anno scolastico» secondo la Cassazione non è configurabile alcun abuso.

Indicazioni della Corte di Cassazione su contratti al 30 giugno

E tuttavia la Corte di Cassazione fornisce alcune importanti indicazioni sulle supplenze al 30 giugno. Il risarcimento infatti può essere richiesto se si prova il ricorso distorto a siffatta tipologia di supplenze», prospettando le concrete condizioni della reiterazione, come ad esempio l’assegnazione presso lo stesso istituto e con riguardo alla stessa cattedra.

E – aggiungiamo noi – bisogna anche verificare che non ci siano stati errori da parte dell’Amministrazione nell’assegnare la supplenza al 30 giugno anziché al 31 agosto.

La sentenza pubblicata dal Sole24Ore

Versione stampabile
anief
soloformazione