Abusi sessuali in alternanza scuola-lavoro: la regione si costituisce parte civile

di redazione

item-thumbnail

La Regione Lombardia vuole costituirsi parte civile nel caso degli abusi sessuali subiti da quattro ragazze nel corso di stage per l’alternanza scuola-lavoro.

“Apprendiamo oggi con sconcerto le notizie che avrebbero coinvolto nostre studentesse in attività di apprendistato e di stage professionalizzanti .-dice Valentina Aprea, assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione- Se dovessero essere confermate, noi annunciamo la volontà di costituirci parte civile di fronte a reati che rappresentano un grave pregiudizio per la Regione sia come istituzione che come comunità”.

In merito alla drammatica vicenda è stato arrestato un uomo di 54 anni accusato di violenza sessuale nei confronti di quattro ragazze fra i 15 e i 17 anni che frequentano una scuola per estetiste ed erano impegnate nell’alternanza scuola-lavoro. Le indagini sono state condotte dalla Polizia di Monza

Versione stampabile