“Abruzzo deve essere zona rossa con scuole chiuse”. Così il vice presidente della Regione su Facebook

Stampa

“L’Abruzzo deve essere zona rossa con chiusura delle scuole”. Lo scrive su Facebook il vice presidente della Regione, Emanuele Imprudente, dopo la riunione del Comitato tecnico scientifico con il governatore Marco Marsilio.

“A volte si deve fare anche ciò che non si vuole fare, perché è giusto ed opportuno – scrive Imprudente – Nessuno può sfuggire alle  responsabilità, questi non sono momenti per fare giochi politici e propagandistici ma sono momenti in cui prendere posizione e anticipare  scelte”.

Le nuove restrizioni entreranno in vigore tra martedì e mercoledì e andranno avanti fino al 3 dicembre. Mentre è in corso un vertice di maggioranza, non è escluso che si vada verso un lockdown generalizzato: si ipotizzano la chiusura dei negozi e ulteriori limitazioni agli spostamenti dei cittadini.

“Abruzzo in zona rossa? Si tratta di una proposta che ci ha fatto oggi il nostro comitato tecnico scientifico,
che stiamo discutendo e valutando. Domani ci consulteremo con gli enti locali, con tutte le altre componenti dell’Abruzzo e faremo le nostre  valutazioni. Completeremo i passaggi con il consiglio regionale e decideremo”. Così all’Adnkronos il presidente della regione Abruzzo, Marco Marsilio

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia