Abolizione titolarità di ambito e chiamata diretta, Contratto mobilità e disegni di legge. Tutte le info

Stampa

Nei giorni scorsi, abbiamo fatto il punto sull’abolizione della chiamata diretta e degli ambiti territoriali per via legislativa.

Abolizione chiamata diretta e titolarità di ambito, l’iter del DDL Granato. Facciamo il punto

Abolizione titolarità ambito e chiamata diretta

L’abolizione della titolarità di ambito e, conseguentemente, della chiamata diretta è prevista per tutti i docenti dal CCNI relativo alla mobilità 2019/22, mentre per legge è prevista soltanto per coloro i quali verranno trasferiti o immessi in ruolo dal 2019/20, come detta il comma 796 della legge di bilancio:

A decorrere dall’anno scolastico 2019/2020, le procedure di reclutamento del personale docente e quelle di mobilita’ territoriale e professionale del medesimo personale non possono comportare che ai docenti sia attribuita la titolarita’ su ambito territoriale.

Dal prossimo anno scolastico, dunque, non vi saranno più titolari di ambito e non ci potrà essere la chiamata diretta. Tuttavia sono necessari degli interventi legislativi per l’abolizione di ambiti e chiamata diretta per tutti i docenti.

I predetti provvedimenti ci sono già, si tratta di due disegni di legge attualmente al vaglio della competente Commissione.

Abolizione chiamata diretta e ambiti: disegni di legge

I due disegni di legge suddetti sono della senatrice Granato (M5S) e del senatore Pittoni (Lega).

Vediamo se si riuscirà ad approvare la legge in tempo per il prossimo 1° settembre, fermo restando che per il 2019/20 la chiamata diretta non ci sarà comunque, in base a quanto detto sopra.

Abolizione chiamata diretta: docenti assegnate alle scuole da graduatoria

Abolendo la chiamata diretta, i docenti saranno assegnati alle scuole esclusivamente in base al punteggio in graduatoria (sia che si tratti di mobilità che di immissioni in ruolo).

Stampa

Personale all’estero: preparati al colloquio!