Abolizione scatti anzianità? Giannini “c’è dibattito”. Quali modifiche alla riforma?

WhatsApp
Telegram

Come sarà modificato il testo della riforma dopo la consultazione? Forse cambiamenti su scatti stipendiali e poco altro. La montagna ha partorito il topolino.

Come sarà modificato il testo della riforma dopo la consultazione? Forse cambiamenti su scatti stipendiali e poco altro. La montagna ha partorito il topolino.

Ieri il Ministro Giannini sul Quotidiano "La Repubblica" la fatto trapelare due battute sulle possibili modifiche alla proposta di riforma della scuola presentata dal Governo.

Se gli aspetti anticipati fossero tutte le modifiche che saranno apportate al testo, ci troveremmo davvero davanti a poca cosa.

Infatti, la Giannini ha affermato che si sta discutendo sugli scatti premiali: "non c'è una revisione delle aliquote – ha affermato – però c'è  un forte dibattito in corso".

Se il termine aliquote (termine non presente nel testo "La Buona scuola" e mai utilizzato in relazione alla riforma) dovesse riferirsi alla percentuale di coloro che potranno beneficiare degli scatti stipendiali, significa che il Governo non ha alcuna intenzione di rivedere quell'assurdo 66% di coloro che avranno gli scatti di merito, lasciando fuori il 34% di docenti dichiarati non meritevoli per decreto.

Proprio la percentualizzazione del merito e non il reale valore degli insegnanti è l'oggetto di contestazione che ha messo in movimento sindacati, scuole e singoli docenti.

La volontà di lasciarlo immutato, rappresenterebbe una scarsa comprensione delle proteste e delle richieste delle parti sociali.

Il Ministro ha, inoltre, anticipato che saranno apportate modifiche al testo delle linee guida: "abbiamo rafforzato – ha detto – il capitolo integrazione, insegnamento linguistico ai bambini stranieri. C'è forte richiesta", ha concluso. Tutto qui?

Seguici su FaceBook. Lo fanno già in 160mila

La montagna ha partorito il topolino? Era necessaria una consultazione per comprendere la necessità di rafforzare l'integrazione e di potenziare l'insegnamento linguistico ai bambini stranieri?

Sinceramente, ci auguriamo che le modifiche saranno ben altre e che tocchino punti importanti come l'integrazione e l'insegnamento della lingua italiana ai bambini stranieri, ma anche gli aspetti controversi che riguardano le assunzioni, la carriera e la gestione del personale nelle scuole.

Tutto sulla riforma

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VII ciclo, ecco il bando. Corso di preparazione: proroga prezzo scontato 120 euro al 31 maggio