Abodi: “Educazione motoria alla scuola primaria fin dalla prima classe. Servono almeno 70mila docenti”

WhatsApp
Telegram

Ben il “26%” dei bambini italiani sono “sovrappeso”, a causa di una vita troppo sedentaria, che va contrastata anche aumentando le dotazioni di palestre e infrastrutture sportive nelle scuole.

Lo sottolinea il ministro dello Sport Andrea Abodi, a margine del Consiglio Educazione, Giovani, Cultura e Sport a Bruxelles.

Per il ministro, “la scuola va resa amica dello sport e lo sport amico della scuola”. Vanno aumentate “le palestre scolastiche”, aumentate le ore per l’attività fisica, “non soltanto la quinta classe della scuola primaria, ma a tutte e 5 le classi della scuola primaria”, e vanno reclutati “almeno 70mila insegnanti, che escono qualificati dalle università relative all’educazione fisica”. 

“Poi – continua Abodi, che oggi illustrerà ai colleghi Ue ciò che intende fare il suo governo – il ripristino dei Giochi della gioventù, come fattore di socializzazione sportiva ma anche di alfabetizzazione rispetto ai temi che accompagneranno i Giochi della gioventù. Quindi la cultura, le politiche agricole della sovranità alimentare relativamente al tema dell’educazione alimentare, che è un tema non secondario. Abbiamo visto dalle ultime ricerche che oltre il 26%, quindi quasi un terzo, dei bambini sono sovrappeso, e questo si collega anche al tema della sedentarietà”. 

“Siamo il quinto dei Paesi Ocse – aggiunge – in termini di sedentarietà: questo dato ha un’implicazione non soltanto” relativamente al “fisico delle persone, ma anche la psiche e la spesa sanitaria. Stiamo parlando di circa quattro miliardi di euro all’anno determinati dalla sedentarietà. Partendo dalla scuola, tutti questi elementi devono essere certamente migliorati, a partire dal miglioramento delle infrastrutture: ancora troppe scuole sono sprovviste di infrastrutture sportive e troppo poche associazioni e società sportive del territorio possono accedere alle palestre scolastiche nel pomeriggio. E’ un programma di mandato assolutamente impegnativo, del quale abbiamo parlato già in un incontro informale e del quale parlerò naturalmente in questo incontro” a Bruxelles, conclude.

WhatsApp
Telegram

Diventa docente di sostegno, bando a breve: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro, scade oggi