Abilitazione all’insegnamento conseguita in Paesi membri dell’UE. Ministero riconosce i 30 punti

di Lalla
ipsef

Lalla – In seguito all’apertura, da parte della Commissione Europea, della procedura di infrazione 201/4038 sul non corretto riconoscimento della direttiva 205/36 relativa al riconoscimento delle qualifiche professioali, il Ministero permette entro il 17 luglio, ai docenti inseriti a pieno titolo nelle Graduatorie ad esaurimento 2011 2014 con abilitazione conseguita in uno dei Paesi dell’Unione Europea e formalmente riconosciuta con decreto di equipollenza, di rideterminare il punteggio di accesso con l’aggiunta dei 30 punti.

Lalla – In seguito all’apertura, da parte della Commissione Europea, della procedura di infrazione 201/4038 sul non corretto riconoscimento della direttiva 205/36 relativa al riconoscimento delle qualifiche professioali, il Ministero permette entro il 17 luglio, ai docenti inseriti a pieno titolo nelle Graduatorie ad esaurimento 2011 2014 con abilitazione conseguita in uno dei Paesi dell’Unione Europea e formalmente riconosciuta con decreto di equipollenza, di rideterminare il punteggio di accesso con l’aggiunta dei 30 punti.

I 30 punti sono previsti dal punto A.4 della tabella di valutazione dei titoli di III fascia delle graduatorie ad esaurimento.

Nel decreto di riconoscimento dell’equipollenza deve risultare che il percorso formativo abilitante espletato in uno dei paesi membri dell’Unione Europea sia stato analogo ai corsi svolti presso le Scuole di
specializzazione per l’insegnamento secondario (SSIS o COBASLID), ai corsi biennali di II livello finalizzati alla formazione dei docenti di educazione musicale e di strumento nella scuola media o ai corsi finalizzati al conseguimento della Laurea in Scienze della Formazione primaria.

Il riconoscimento dei 30 punti è inevitabilmente accompagnato alla decurtazione dell’eventuale servizio svolto in contemporanea alla frequenza obbligatoria del corso di abilitazione, come previsto dal punto B.3 lettera c) della Tabella di valutazione dei titoli.

Il decreto n. 572 del 27 giugno 2012

Versione stampabile
anief anief
soloformazione