Abilità di scrittura, tablet e computer impoveriscono conoscenza lingua italiana

WhatsApp
Telegram

La diffusione dei computer, dei tablet e di ogni altro strumento dotato di programmi di video scrittura hanno notevolmente ridotto l’esercizio della scrittura a mano, con evidente conseguenze negative anche nella corretta produzione di testi e frasi semplici.

Questa la conclusione cui è giunta l’Università di Bologna, come  leggiamo in un articolo del quotidiano Repubblica nel supplemento del venerdì, che riporta l’iniziativa intrapresa dall’Ateneo bolognese al fine di arginare quella che possiamo definire una vera e propria deriva tecnologica.

L’Università di Bologna ha, infatti, varato un piano di formazione destinato a tutte le facoltà, che prevede l’insegnamento non solo dell’ortografia della morfologia e della sintassi, ma anche della corretta scrittura a mano, senza la quale si è destinati ad un impoverimento linguistico.

Dunque meno mail e appunti digitali e più scrittura a mano che – come sostiene GianMario Anselmi , docente di letteratura all’Alma Mater – “aiuta l’apprendimento perché richiede una maggiore riflessione e induce a una migliore organizzazione logia dei discorsi.”

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur