AAA insegnanti cercansi: in Giappone scatta l’emergenza

WhatsApp
Telegram

Sembra che in Giappone non si trovino più docenti di scuola elementare e media, in base a quanto emerge dai dati di un sondaggio presentati lunedì dal governo giapponese.

Come riporta il sito Asianews, per la precisione, ad aprile dell’anno scorso (cioè all’inizio dell’attuale anno scolastico) il numero di professori mancanti nelle scuole elementari, medie e superiori era di 2558 in 1897 scuole. Ciò significa che circa il 5,8% di tutte le scuole in cui è stato condotto il sondaggio hanno problemi di personale docente.

Il grosso dei problemi, secondo la rilevazione governativa sarebbe soprattutto le scuole elementari, dove sono concentrati 1218 di quei posti vacanti, e le scuole medie, dove di professori ne mancano 868.

I dati mostrano che la mancanza di insegnanti a tempo pieno nel corso dell’anno si è andata leggermente attenuando, e infatti già a maggio il numero era sceso a 2065.

Come riportato dal quotidiano Asahi Shimbun, però, questa diminuzione spesso è frutto di aggiustamenti ad hoc, come il richiamo di professori già in pensione o il raddoppio delle mansioni per insegnanti e dirigenti scolastici.

Le possibili cause di tali lacune? Apparentemente i congedi di maternità, i permessi per cura parentale e per motivi di salute, ma in realtà tutto ciò, secondo le fonti locali, si tratta di un problema ben più profondo e serio: la mancanza di sostituti. In sostanza, mancano maestri e professori.

Ci sarebbe anche da considerare lo scarso interesse per i giovani nei confronti della professione e si vorrebbe tentare la strada dell’aumento salariale per incentivare l’interesse dei neolaureati intenzionati a perseguire questa carriera.

All’esame per diventare insegnanti pubblici del 2020, infatti, hanno partecipato solo 134.000 persone, un numero che è appena la metà di quelli registrati 40 anni fa.

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VIII ciclo 2023: requisiti di accesso e corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro, offerta in scadenza