A Verona test droga e alcol a scuola, ma solo con consenso dei genitori

Stampa

Nelle scuole di Verona arrivano i test per il controllo del consumo di droga e alcol da parte degli studenti. Lo riferisce Il Fatto quotidiano.

Il protocollo è stato siglato tra azienda sanitaria, Comune, polizia locale e ufficio scolastico. Il test sarà volontario e potrà essere effettuato solo con il permesso dei genitori dei ragazzi.

L’azione di prevenzione nel consumo di sostanze stupefacenti e alcol tra i giovani è stata fortemente voluta dall’assessore veronese alla Sicurezza Daniele Polato.

Mamme e papà dovranno dire se sono d’accordo che i loro figli vengano sottoposti al drug test – ha spiegato Giovanni Serpelloni, direttore del Dipartimento dipendenze dell’Ulss 9 –. Il consenso dev’essere dato da entrambi i genitori“.

Il test è anonimo: nessun dato relativo ai risultati verrà trasferito agli organi istituzionali della scuola – ha proseguito Serpelloni -. I risultati saranno consegnati solo ed esclusivamente ai genitori e all’interessato. Viene eseguito su un campione urinario per ricostruire le 3-4 settimane precedenti e viene fatto con un multi-test su dieci sostanze. Contemporaneamente faremo anche un alcool test sul respiro. L’intento non è quello di fare una caccia alle streghe ma di sensibilizzare i genitori ad un’attenzione maggiore anche attraverso l’uso di strumenti diagnostici come si farebbe per qualsiasi altra malattia”.

Stampa

Eurosofia: Analisi Comportamentale Applicata (ABA) tra i banchi di scuola. Non perderti questa grande opportunità formativa