04 Agosto 2020 - Aggiornato alle 07:31

A settembre si torna a scuola, i collaboratori scolastici misureranno la febbre a studenti e docenti. Tutte le misure

Oggi il Ministero ha presentato una bozza per le misure di sicurezza che bisognerà rispettare per ripartire a settembre. Misure molto rigide che vanno oltre il semplice distanziamento e rotazione dei presenti.

Misurazione febbre

Sarà una delle misura di prevenzione del contagio. Il compito non potrà, come ovvio, essere assegnato ai docenti. Con molta probabilità sarà assegnato agli addetti alla sicurezza tra il personale ATA che dovrà essere puntualmente formato. La misurazione scatterà in caso di percezione di un malessere dello studente.

Mascherine

Tutti coloro che entreranno nell’edificio scolastico dovranno indossare la mascherina. La misura sarà obbligatoria con certezza per gli adulti, mentre per gli studenti e personale scolastico è ancora in via di valutazione. I genitori dovranno limitare al massimo la loro presenza

Banchi distanziati

I banchi dovranno essere posti a misura di sicurezza, dovranno essere individuati dei percorsi per muoversi tra i corridoi e le scale.

Precisazioni del Ministero

Il Protocollo per il rientro a scuola in sicurezza presentato oggi alle forze sociali è una bozza su cui ora le Organizzazioni sindacali presenteranno le loro osservazioni. Le misure saranno poi inviate al Comitato tecnico-scientifico per una valutazione, come necessario, e solo allora saranno validate. Lo rende noto il ministero dell’Istruzione.

Rientro a scuola: mascherine anche in aula insegnanti, no file a macchinetta snack, scaglionamento uscite studenti ogni 15 minuti

Ritorno a scuola. Il 14 settembre il riavvio in sicurezza, previsti nuovi spazi alternativi. Segui i corsi di Eurosofia sugli adeguamenti necessari