A settembre si insegnerà a sparare a scuola: la nuova materia in Polonia fa discutere

WhatsApp
Telegram

A settembre gli adolescenti in Polonia impareranno a sparare a scuola. Ci sarà dunque una materia in più, ovvero la sicurezza armata.

Il 2 agosto, scrive Il Messaggero, il ministro dell’Istruzione e della scienza, Przemysław Czarnek, ha firmato un’ordinanza che modifica la materia sicurezza che già esiste in Polonia dal 2017. Svolgono già formazione alla difesa, dal 2017, le classi ottave della scuola primaria e le prime classi delle scuole secondarie, superiori tecniche o commerciali.

Durante le lezioni era già previsto che i giovani studiassero le crisi in tempo di pace: operazioni di soccorso durante incendi, inondazioni o incidenti di massa. Il programma copre anche le basi del primo soccorso, elementi di educazione sanitaria e la teoria della sicurezza dello Stato.

Dopo l’invasione russa dell’Ucraina tutto è cambiato e la novità prevista è che si imparerà a sparare a un poligono di tiro, e si apprenderà a familiarizzare con le armi. “Di conseguenza, i polacchi potranno difendersi”, ha detto il capo del ministero dell’Istruzione su Telewizja Republika.

Secondo il ministro, infatti, la guerra impone una nuova prospettiva sulla questione della conoscenza delle armi da parte dei giovani.

Penso che se lo avessimo comunicato qualche anno fa, saremmo stati oggetto di forti critiche da parte dell’opposizione. Oggi penso che tutti siano d’accordo sul fatto che l’allenamento difensivo, gli elementi più importanti dell’allenamento difensivo che abbiamo conosciuto in passato, debba tornare“, ha spiegato Czarnek.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur