A scuola si rientra in sicurezza, con le dovute precauzioni. Lettera


item-thumbnail

inviata da Alessia Rivelli – A scuola si rientra in sicurezza, il documento tecnico pubblicato il giorno 28 maggio 2020 pone le linee generali dal distanziamento alle modalità di ingresso, con le indicazioni del Comitato tecnico- scientifico per il rientro a settembre per tutte le scuole di ordine e grado.

Il documento mette in evidenzia le misure organizzative di prevenzione e protezione rimandando alla responsabilità individuale rispetto allo stato di salute proprio o dei minori affidatari dei genitori.

Il documento pone anche un confronto con le misure contenitive e di prevenzione attuate in Europa nel Settore Scolastico, mettendo in evidenza le attività di sanificazione nell’ambiente chiuso.

Il link del documento elaborato dal Comitato tecnico-scientifico

Dopo la didattica a distanza da settembre ci sarà bisogno di un nuovo assetto organizzativo e gestionale delle scuole e delle attività funzionali all’insegnamento. Il nuovo assetto organizzativo avrà bisogno di tutti i soggetti coinvolti nella scuola per garantire forme di sicurezza nel luogo di lavoro.

Il Decreto legislativo 9 aprile n°81 del 2008- Testo Unico sulla salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro è un provvedimento normativo che è stato emanato al fine di riordinare e di coordinare , all’interno di un testo unico tutte le norme in materia di salute e sicurezza dei lavoratori nei luoghi pubblici. Il decreto stabilisce il modo in cui debbano essere obbligatoriamente effettuate una serie di azioni preventive come la valutazione dei rischi e, conseguentemente debbano essere adottati una serie di interventi per il miglioramento e la sicurezza dei lavoratori.
Sulla base di quanto sopra anticipato il datore di lavoro dovrà precedere ad una valutazione dei rischi, adottare misure di prevenzione e protezione che possono eliminare e contenere rischi , ma anche assicurarsi che ogni lavoratore sia formato e informato, in questo caso riguardo l’emergenza Covid-19.

Particolare importanza è attribuita anche al ruolo del responsabile del servizio prevenzione e protezione (RSPP) o un consulente esterno.

Con le dovute precauzione e la dovuta formazione e pensando a un piano efficace si puo’ ripartire con l’insegnamento in presenza il prossimo anno scolastico.

Versione stampabile
soloformazione