A scuola si insegna il Walzer spagnolo, “il gran ballo” della Scuola media “Ferraris” di Modena

WhatsApp
Telegram

Un Gran Ballo a scuola, la buona musica che unisce. E’ proprio quello che ci voleva, dopo due anni di sofferenza. E’ stato un pomeriggio liberatorio, dal sapore culturale, quello che si è celebrato ieri presso la grande palestra della Scuola media “Ferraris” di Modena. Dopo due anni di pausa, l’istituto comprensivo modenese, che è pure una scuola SMIM, scuola media a indirizzo musicale, ha messo in scena le coreografie nate grazie al lavoro di alcuni insegnanti con gli alunni delle classi terze nell’ambito del progetto “Gran Ballo degli Studenti”, pensato per tutti gli alunni del plesso che avessero desiderato sperimentare un percorso storico-culturale che ha come elementi di base l’intreccio tra musica e ballo.

E così ventisei studenti e studentesse che avevano iniziato durante l’anno un percorso di addestramento settimanale, meticoloso e affascinante, hanno inscenato, tra gli applausi di un folto pubblico di studenti e famiglie, una decina di danze ottocentesche, dalla quadriglia, al valzer, alle marce. A guidarli nell’esibizione, Marco Zanasi e Giusy Fervore, insegnanti della società di Danza di Modena. “Lo scopo del progetto – spiega Zanasi, che è pure maestro della scuola primaria Saliceto Panaro appartenente allo stesso Istituto comprensivo modenese – è stato quello di far conoscere musiche molto lontane dalla loro quotidianità e far rivivere i valori risorgimentali, basi fondanti della nostra cultura e della nostra storia, aspetti che gli stessi studenti apprendono dai libri grazie allo studio durante l’anno scolastico. Inoltre le danze di società di tradizione contribuiscono in modo attivo a sentirsi parte integrante del gruppo, in cui il contributo del singolo consente di dare sostegno al gruppo per realizzare grandi eventi come il Gran Ballo”.

Dopo aver cantato l’Inno di Mameli, le coreografie si sono avviate con un Walzer spagnolo, seguito dalla Marcia Fatinitza, dalla Quadriglia Flora, da una Walz country dance. L’esibizione, molto apprezzata dai presenti, è terminata sulle note del walzer Bel Danubio blu e sui passi del Galop , una danza allegra in voga nel secolo diciannovesimo.

Gli studenti modenesi avevano già avuto modo di farsi apprezzare a Livorno il 15 maggio partecipando al Gran Ballo Risorgimentale per i Moti Livornesi sulla Terrazza Mascagni assieme a circa 120 danzatori in costume provenienti da tutta Italia.

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra educazione motoria scuola primaria, corso di preparazione: con simulatore Edises e sconto libri 25%. Prezzo lancio 100 euro ancora per poco