“A scuola di Intelligenza Emotiva”

Messaggio sponsorizzato

item-thumbnail

di Rosaria Frandina – Il percorso formativo guida all’introspezione per consolidare la consapevolezza della propria identità, frutto del passato e artefice del futuro: gli adulti tutti, e gli educatori in particolare, non possono prescindere da questa GRANDE rivelazione creativa che, costantemente, deve supportare ‘agire

Il formatore, Stefano Centonze, “grida” l’urgenza di una nuova visione dell’operatività scolastica, almeno per l’Italia, la stessa voluta dalle Indicazioni Nazionali 2012, attraverso il processo Cultura-Scuola-Persona.

La nostra Costituzione considera l’istruzione un onere di cui deve farsi carico lo Stato per promuovere condizioni di benessere per la collettività e per ogni singolo cittadino e il testo insiste sul concetto che la Scuola, nello stesso momento in cui accoglie un discente, deve accompagnarlo e aiutarlo nel suo percorso di maturazione della Personalità poiché ogni Persona ha diritto all’evoluzione, attraverso il processo d’istruzione e formazione.

Dall’analisi della società del terzo Millennio, tuttavia, emergono ricchezza e, spesso, contraddittorietà di stimoli culturali e conseguente moltiplicarsi di opportunità e di rischi tali da indurre a chiedersi se la Società tutta e, in particolare, la Scuola, Agenzia educativa intenzionale, siano in grado di strutturarsi per supportare la crescita armonica delle persone valorizzandone il bagaglio esperienziale. Ogni individuo porta con sé il proprio bagaglio socio-culturale, frutto, anche, della vita psichica che “accumula” gioie, dolori, gratifiche, delusioni, frustrazioni che costruiscono barriere e difese.

Gioie, dolori, gratifiche, delusioni, frustrazioni, tutte parole legate alle emozioni che, in modo del tutto naturale, il corpo sperimenta continuamente per aprirsi alla vita sociale costruendo, al contempo, la vita psichica che, a sua volta, si mette a disposizione della vita sociale.
Vita sociale e vita psichica, dunque, perfettamente complementari in rapporto simbiotico. Ciò significa che le prestazioni dell’una o dell’altra e/o, purtroppo, le loro debolezze, condizionano positivamente o negativamente l’evoluzione della Persona e della sua personalità.

Sappiamo bene quanto fondamentali siano quegli obiettivi che individuiamo come prioritari riferiti ad esiti ben precisi, attraverso traguardi di medio e lungo periodo.

L’”Intelligenza Emotiva” fa emergere l’assunto ineludibile, l’obiettivo prioritario in assoluto: la formazione completa dell’Uomo.

Quotidianamente siamo afflitti da atrocità nei confronti del genere umano e della loro dimora naturale, la Terra, allora è necessario riflettere sulle azioni compiute dettate dagli impulsi e cercare la strada da percorrere per porvi rimedio

Vai alla descrizione del corso

Versione stampabile
Argomenti: