A Roma, oltre un migliaio di rom iscritti; alle superiori solo 3 vanno in aula

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Nel 2018 su un migliaio e mezzo di studenti iscritti alle superiori, soltanto tre di loro si sono presentati regolarmente in aula per seguire le lezioni.

Si tratta degli alunni che vivono nei campi nomadi di Roma ancora autorizzati.

A rendere noto il dato, rilanciato dal Messaggero, sono stati i funzionari dell’ufficio rom, sinti e caminanti di Roma Capitale. Lo scorso mese di agosto, la commissione del dipartimento capitolino per le Politiche sociali aveva redatto un verbale, reso noto un mese dopo, con cui si rilanciava l’attenzione su un problema a cui non si riesce ancora a trovare rimedio.

Nonostante l’impegno economico affrontato dall’amministrazione cittadina che secondo quanto si legge nell’articolo ammonterebbe a circa due milioni di euro l’anno, il livello di dispersione scolastica per questa popolazione studentesca è ancora spaventoso.

Nell’anno scolastico 2018/2019 – ha spiegato uno dei funzionari dell’ufficio di scopo capitolino – nelle scuole di diverso ordine e grado i minori rom sono 1.426 di cui solo 3 frequentanti le scuole superiori“.

Versione stampabile
anief banner
soloformazione