A Roma assalto ai mercatini dell’usato per combattere il caro libri, risparmi anche del 50%

WhatsApp
Telegram

Settembre a Roma si tinge non solo dei colori dell’autunno, ma anche di una frenetica ricerca di libri scolastici lungo il Lungotevere Oberdan.

Lo scenario è chiaro: studenti e genitori armati di liste, alla ricerca del miglior affare in una città dove il costo dei libri di testo ha raggiunto cifre vertiginose.

Mentre il governo si mobilita per trovare soluzioni, stanziando 133 milioni per l’anno scolastico 2023-2024, sul Lungotevere l’Associazione Librai Roma dà manforte offrendo un servizio di compravendita di libri, sia nuovi che usati. Ma la vera questione rimane: perché i libri di testo vengono rivisitati ogni anno?

Luigi N., dell’Associazione Librai Lungotevere Oberdan, sottolinea che un libro di testo dovrebbe avere una “durata” di almeno 5-6 anni, permettendo così alle famiglie con più figli di riutilizzare gli stessi testi. L’approccio annuale delle edizioni nuove, secondo lui, è un peso eccessivo sulle spalle delle famiglie.

La voce dei genitori risuona forte. Marco, padre di un adolescente, denuncia la strategia di marketing nascosta dietro le “nuove edizioni”. Joelle, mamma di una studentessa liceale, collega questa pratica non solo al problema economico, ma anche a quello ambientale, sottolineando l’enorme spreco di carta.

Giancarlo Casalini, un altro libraio del Lungotevere, conferma che la continua produzione di nuove edizioni, insieme all’aumento del costo della carta post-Covid, ha fatto schizzare i prezzi. A risentirne sono soprattutto le famiglie, con alcune che possono arrivare a spendere fino a 1200 euro per i libri scolastici dei loro figli.

La situazione al Lungotevere Oberdan è un chiaro segno della crescente preoccupazione. Giuliano, un altro esponente dell’Associazione Librai, evidenzia che nonostante la vendita di libri usati, la spesa rimane comunque alta.

La domanda fondamentale è: è giusto chiedere alle famiglie di sostenere questi costi annualmente? La risposta sembra ovvia, ma la soluzione è ancora da trovare. Nel frattempo, Lungotevere Oberdan rimane un punto di riferimento per coloro che cercano di alleviare, anche solo leggermente, il peso della spesa scolastica.

WhatsApp
Telegram

Concorso Dirigenti scolastici, preselettiva superata? Preparati per lo scritto