A Parabiago la scuola riprenderà rispettando tutte le linee guida

studente classe

A Parabiago, un comune ad Ovest di Linate, nell’interland milanese, la scuola è pronta a ripartire rispettando tutte le linee guida ministeriali. 

Facilitata dalla dimensione territoriale non così estesa come altre cittadine, l’amministrazione locale si è messa all’opera; ha verificato caso per caso quale fosse la situazione migliore e gli interventi da affrontare per rendere le scuole praticabili da settembre con aule composte da un numero di alunni compreso fra 20 e 26.

Nella regione, la Lombardia, che continua a far registrare i numeri più elevati a livello nazionale di concentrazione di contagi, circa 2.200 studenti tra infanzia, primaria, secondaria di primo grado, cioè l’intera popolazione scolastica della città, potranno contare sulla ripresa delle lezioni in versione tradizionale e in sicurezza.

Gli interventi di edilizia leggera, come la realizzazione di nuove aule, abbattimento di qualche parete, eccetera, saranno realizzati in questi mesi estivi per far sì che tutto sia a posto per la ripresa delle lezioni anche con le misure di distanziamento in corso.

A dare la buona notizia è il sito LaVoce.it che ha riportato anche le dichiarazioni del sindaco Raffaele Cucchi.

Permettere il normale svolgimento delle lezioni a settembre – ha detto il Primo Cittadino – ci sembra davvero una priorità importante per i nostri ragazzi e insegnanti. Ci siamo, quindi, messi subito al lavoro e a disposizione delle direzioni didattiche per comprendere le necessità e le soluzioni compatibili con le nuove misure da adottare. Più di un mese di studio per arrivare ad individuare le soluzioni migliori e permettere ai nostri ragazzi di iniziare la scuola a settembre in totale sicurezza mantenendo una normalità nello svolgimento delle lezioni. Intervenire in tal senso ci ha anche permesso di investire maggiormente negli strumenti di nuova generazione come le lavagne touch screen di cui saranno dotate le nuove aule. Ringrazio tutti per l’impegno e la determinazione dimostrata, consapevole che la gestione di questa situazione non è per nulla semplice, mettersi al servizio in questo modo verso i ragazzi, la scuola e le famiglie, però, ci motiva a proseguire nelle soluzioni trovate. Un particolare ringraziamento lo estendo alle Presidi con le quali stiamo lavorando ottimamente nell’interesse dei ragazzi ed è bello“.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia