A Nord, manca ancora il 60% dei supplenti. E’ emergenza, si punta ad incentivare migrazione docenti

di Anselmo Penna
ipsef

item-thumbnail

Turnover, quota 100, carenza di docenti da assumere, un mix acuitosi durante il ministero Bussetti che rischia di diventare una patata bollente nelle mani del Ministro Fioramonti.

Mancano docenti

Sarebbero circa 60mila le cattedre scoperte nel complesso, e ne sarebbero state coperte la metà. Se, però, ci spostiamo a Nord tra Piemonte, Veneto e Lombardia, le cattedre scoperte arrivano al 45% circa che dovrà essere coperto tramite supplenti temporanei, moltissimi dei quali attraverso la messa a disposizione. Numeri alti anche per le supplenze sul sostegno, che arrivano a lambire le 50mila unità.

Perché?

Se da un lato la quota 100 ha liberato ulteriori posti che non potranno al momento essere coperti, grave danno ha procurato la politica attendista dell’ex Ministro Bussetti. Il risultato è stato un mix che ha causato un calo importante di cattedre coperte, soprattutto al Nord Italia.

Le contromisure del Ministero Fioramonti

Spetterà al Ministro Fioramonti e alla sua squadra elaborare un piando i uscita dall’emergenza.

Concorsi

Innanzitutto, il piano prevede l’avvio di due concorsi, uno straordinario e uno ordinario. Il Decreto, come ha più volte sostenuto il Ministro, è già pronto e potrebbe essere pubblicato nei prossimi giorni.

PAS

Abilitazione per quanti hanno più anni di insegnamento alle spalle. Qui la trattativa ancora è in itienere con i sindacati. In particolare si cerca la quadra sul dispositivo legislativo per avviare le operazioni per i corsi abilitanti. Per il Ministero, al momento, si dovrebbe passare per un disegno di legge, per i sindacati necessario un decreto che avvii in tempi rapidi.

Mobilità docenti nelle regioni con necessità di docenti …

O mobilità volontaria, che punterebbe all’ottimizzazione dei docenti, incentivando, anche finanziariamente, quanti sceglieranno di lasciare la propria regioni per una in cui ci sono più posti di lavoro.

Una operazione che potrebbe coinvolgere i docenti vincitori senza cattedra, gli idonei dei concorsi e i residui degli iscritti nelle graduatorie ad esaurimento.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione