A Linosa nessuno vuole insegnare. E alla primaria in cattedra la vice-preside. Il sindaco: “Chi ottiene l’insegnamento rinuncia”

Stampa

Ha fatto scalpore la notizia della mancanza di insegnanti a Linosa, piccola isola nell’arcipelago delle Pelagie, a nord-est di Lampedusa.

Non ci sono docenti per i cinque studenti che frequentano la scuola superiore. In classe, invece, come segnala La Stampa, ci sono andati i bimbi della scuola primaria.  Proprio nelle scorse ore, ad arricchire l’offerta formativa, è arrivata una docente di arte che, assieme alla vice-preside (docente di Lettere) impartisce le lezioni ai piccoli allievi.

Martedì scorso era arrivato il grido d’allarme del sindaco, Totò Martello: “Serve provvedimento urgente, i professori chiamati non si presentano, chi ottiene la cattedra rinuncia. La scuola media non ha ancora avviato le lezioni poiché, nonostante siamo a fine settembre, nessun insegnante ha ancora preso servizio sull’isola. C’è poi il liceo scientifico che conta in tutto cinque alunni seguiti da una sola insegnante in presenza, gran parte delle lezioni viene svolta in modalità remota con un proiettore che trasmette sulla parete della classe le lezioni che si tengono al liceo di Lampedusa”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur