A Godega si va a scuola sul dorso di un asinello

Stampa

A Godega (TV) a scuola si va con l’asino e sarà aperto il “Villaggio asinino” negli spazi della Fiera.

Gli alunni delle scuole primarie di Godega sono stati accompagnati nel tragitto tra casa e scuola dagli asinelli Gisella, Romina, Giustina, Ginevra, Gradisca e Gigi assieme agli asinari Massimo Montanari ed Eugenia.

Per i bambini è stato un divertimento poter conoscere da vicino gli asinelli, ma il progetto ha una finalità educativa, in cui gli asinari diventano “tutor” per i piccoli.

Fino all’inaugurazione della Fiera, che si svolgerà sabato 4 marzo, tutte le mattine saranno in funzione Asinobus ed Asinursery, per i bimbi dei centri infanzia del paese.

Il Villaggio asinino, aperto alle scolaresche e famiglie negli spazi del campo fiera,sarà un’anticipazione dell’Antica fiera, che si terrà dal 4 al 6 marzo. I bambini ed i genitori potranno provare la “Donkey Street Art”, “AsinBolt” e “Asinelfie”, che si aggiungeranno ai già conosciuti e apprezzati “Ciak si raglia”, la “Patente asinina”, il “Pane dell’asino”, “Coccolasino”.
Quest’anno verrà inoltre proposto un percorso educativo sull’alimentazione dell’asino, in cui i ragazzi potranno preparare il pasto e dare da mangiare agli animali.

Sette anni fa il primo cittadino di Godega ebbe l’idea di rilanciare l’Antica Fiera attraverso l’asino, un progetto che ha fatto scuola, in altre parti d’Italia. Asino-taxi, ad esempio, lanciato proprio all’Antica Fiera di Godega tre anni fa, è diventato a Reggio Emilia un percorso di vita cittadino a dorso d’asino. Gli asini sono stati integrati nel tessuto urbano e Reggio è diventata “Città asinabile”. Adesso Godega vuole fregiarsi del titolo di “Capitale d’Italia dell’asino”.

Stampa

Preparazione concorsi, TFA e punteggio in graduatoria con CFIScuola!