A Firenze, petizione dei genitori: pianificare il rientro in aula

Stampa

Alcuni genitori in quel di Firenze non ne possono più di non avere date e condizioni certe per il rientro in aula a settembre dei loro figli e hanno dato vita a una petizione.

Le firme che si stanno via via aggiungendo alla piattaforma saranno apposte alla lettera destinata alla ministra dell’Istruzione, Azzolina, in cui si richiede di pianificare il rientro in aula.

Nel giro di poco sarebbero arrivate 15 mila sottoscrizioni. “I promotori della ‘lettera ad una professoressa‘ – si legge sul quotidiano La Nazione -chiedono che il “diritto all’istruzione diventi obiettivo primario della ripartenza”.

Il punto nodale è sempre lo stesso: dove lascio il pargolo quando torno al lavoro? Secondo i genitori, la didattica a distanza va bene come “soluzione di pura emergenza”.

La posizione dei genitori ha trovato il sostegno della vicesindaca Giachi e dell’Assessora Funaro, mentre Gabriele Toccafondi, deputato di Italia Viva, si domanda: “Con il lavoro ripartano anche scuole e centri estivi, altrimenti come faranno i genitori?”

Stampa

Acquisisci 6 punti con il corso Clil + B2 d’inglese. Contatta Eurosofia per una consulenza personalizzata