A Capri si ritorna in classe dal 1° dicembre: “Isola è realtà diversa”

Stampa

I sindaci di Capri e di Anacapri, Marino Lembo e Alessandro Scoppa, chiedono alla Regione Campania “la ripresa  delle attività in presenza della seconda classe della scuola primaria  fino alla prima classe della scuola secondaria di primo grado a  partire da martedì 1° dicembre 2020”.

La richiesta arriva nel giorno  in cui, con un’ordinanza firmata dal presidente Vincenzo De Luca, la
Regione Campania proroga al 7 dicembre lo stop per l’attività  didattica in presenza per le classi dalla seconda elementare alla prima media.

Nella lettera inviata al governatore De Luca, all’Unità di crisi della Regione Campania e all’assessore all’istruzione della Regione Campania Lucia Fortini, i sindaci capresi scrivono che “il territorio  dell’isola di Capri presenta delle peculiarità tali da renderlo  differente da altre zone e posti della campania, soprattutto diverso  dagli agglomerati cittadini dove vi è un sistema di trasporto pubblico ben diverso da quello esistente a Capri. Un’isola – proseguono – è di  per sé una realtà distinta da quella della terraferma, con confini  naturali nel bene e nel male, e in ragione di ciò non  è ipotizzabile  sottoporre tale territorio a limitazioni dettate dalle valutazioni  che, invece, afferiscono a quei territori totalmente diversi e difficilmente monitorabili”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur