85 persone denunciate, non mandavano i figli a scuola. Rischiano di perdere sussidi o reddito di cittadinanza

WhatsApp
Telegram

I Carabinieri del comando provinciale di Siracusa hanno segnalato all’Autorità giudiziaria 85 persone, tra genitori ed esercenti la potestà genitoriale, per non avere mandato i figli a scuola o comunque non avere vigilato che frequentassero regolarmente le lezioni. Sugli indagati saranno eseguite anche delle verifiche: se sono percettori del reddito di cittadinanza o di altre agevolazioni a livello comunale, sarà chiesto per loro l’annullamento del sostegno economico.

Il tasso di abbandono scolastico in Sicilia è tra i più alti d’Italia, con Catania tra le città con il più alto tasso di dispersione scolastica. Anche la provincia Aretusea presenta un tasso elevato di dispersione. Per affrontare questo problema, è stato firmato un Protocollo il 30 novembre scorso, promosso dal prefetto Giusi Scaduto e sostenuto dal presidente del Tribunale per i minorenni di Catania, Roberto Di Bella. Questo Protocollo mira a creare una collaborazione tra le istituzioni per prevenire il disagio, individuare le aree a rischio e fornire supporto alle famiglie.

Il comandante provinciale dell’Arma, il colonnello Gabriele Barecchia, ha dichiarato che i Carabinieri sono impegnati sul territorio per sensibilizzare i giovani sull’importanza dell’istruzione e dell’educazione, cercando di mostrare loro che c’è un futuro migliore attraverso la conoscenza e la partecipazione alla società. Questo sforzo mira a far uscire i giovani da situazioni in cui potrebbero essere trattenuti dai genitori.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri