80 euro in più in busta paga. Modificate le fasce degli interessati: chi ci rientra? Risorse 2015 dopo stabilità

WhatsApp
Telegram

red – Nel testo definitivo del Decreto "Irpef-Spending review" sono state apportate delle modifiche sostanziali, appiattendo il credito degli 80 euro per tutti i redditi fino a 24mila euro. L’intervento non è ancora strutturale, scompare dal decreto il 2015.

red – Nel testo definitivo del Decreto "Irpef-Spending review" sono state apportate delle modifiche sostanziali, appiattendo il credito degli 80 euro per tutti i redditi fino a 24mila euro. L’intervento non è ancora strutturale, scompare dal decreto il 2015.

Le coperture finanziarie relative al taglio dell’Irpef e al conseguente aumento di 80 euro mensili netti in busta paga per il 2015 non sono state scritte. Una scelta di prudenza? Probabilmente, data la natura fluttuante di alcune fonti di finanziamento, a partire dalla lotta all’evasione.

Seguici su FaceBook Tutto sugli stipendi in tempo reale

Ma ci sono anche altre novità, tra le quali quella relativa a chi percepirà il "bonus". Infatti, leggiamo nel Decreto che è riconosciuto un credito, che non concorre alla formazione del reddito, di importo pari:

  1. a 640 euro (annui ndr), se il reddito complessivo non è superiore a 24.000 euro;
  2. a 640 euro, se il reddito complessivo è superiore a 24.000 euro ma non a 26.000 euro. Il credito spetta per la parte corrispondente al rapporto tra l’importo di 26.000 euro, diminuito del reddito complessivo, e l’importo di 2.000 euro.”

Tale "bonus" sarà valido solo per il 2014. Per quanto riguarda il 2015 bisognerà attendere l’intervento normativo da attuare con la legge di stabilità. Non si tratta, dunque, di un intervento strutturale, come promesso.

Per quanto riguarda la scuola, nessun cambiamento. Ricordiamo che nel provvedimento rientreranno tutti gli ATA e i supplenti. Mentre resteranno fuori la maggior parte dei docenti, soprattutto quelli delle medie e delle superiori. Andrà un po’ meglio per i docenti delle elementari, mentre saranno totalmente esclusi sia i dirigenti che i direttori amministrativi.

In tutto, circa 500mila lavoratori su quasi un milione, insomma la metà.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur