8 marzo, gli studenti si presentano a scuola con la gonna

WhatsApp
Telegram

Alcuni studenti di Padova si sono presentati stamani a scuola vestiti con gonne e con lo smalto alle unghie, per mettere in luce la giornata dell’8 marzo.

Si tratta dell’iniziativa promossa dalla Rete degli studenti medi della città euganea, anche come segno di solidarietà contro molestie verbali nei confronti di ragazze vestite in gonna a scuola.

L’8 marzo non è un giornata di festa – dichiara Alice Miraglies, studentessa del Tito Livio – né una banale celebrazione delle donne. Non può più essere il giorno delle mimose e basta ma si deve parlare di temi legati alla condizione delle donne e in generale di transfemminismo, come il gender pay gap, la medicina di genere, il sex work, la stereotipizzazione dei corpi e tanto altro. La narrazione che solitamente viene fatta delle donne è di figure pure, caste, controllate e belle, sempre belle. Oggi vogliamo dire che questa non è la realtà, ma sono solo canoni sociali che corrispondono ad una visione tradizionalmente cattolica ed eteronormata“.

L’iniziativa è stata accolta anche in altre città come a Verona, Vicenza e Trento. “Questo è un 8 marzo da non dimenticare – afferma Irene Bresciani, della Rete degli Studenti Medi di Padova -. Forse servirebbero meno mimose e più discussioni. Speriamo che questa lotta arrivi a tutti quanti, alle generazioni adulte, perché capiscano che è necessario cambiare approccio e narrazione delle donne“.

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VII ciclo. Solo poche settimane per prepararti. Non perderti gli incontri interattivi di Eurosofia