8 – 10 anni per diventare insegnanti sono decisamente troppi. Intervento della Fondazione Agnelli

Ieri si è svolto al Miur il primo incontro del tavolo di ascolto e confronto sulla delega in materia di formazione iniziale e reclutamento per gli insegnanti.

Ieri si è svolto al Miur il primo incontro del tavolo di ascolto e confronto sulla delega in materia di formazione iniziale e reclutamento per gli insegnanti.

“Per avere una Buona Scuola occorre avere dei buoni docenti”, ha commentato il Sottosegretario Faraone e il Ministro Giannini "Per il futuro -ha aggiunto – cerchiamo di indirizzare i ragazzi verso le materie scientifiche, sperando che quando poi arriveranno a fine percorso vogliano fare i professori e non altre cose. Per le altre materie, invece, il matching è molto funzionale". Il comunicato Miur

Il nuovo percorso di accesso alla carriera di insegnante viene così riassunto dalla Fondazione Agnelli, intervenuta al tavolo

(1) chi ha una laurea magistrale (120 crediti, di cui un minimo di 24 in discipline psico-pedagogiche e didattiche) può accedere a un concorso nazionale, vincendo il quale si ottengono;
(2) l'assegnazione a un'istituzione scolastica (o rete di scuole) e un contratto retribuito a tempo determinato di durata triennale di tirocinio. Questo tirocinio triennale è così articolato (i) nel 1° anno di contratto: corso annuale istituito dalle università per completare la preparazione nella didattica disciplinare, al termine del quale si consegue un diploma di specializzazione; (ii) nel 2° e 3° anno di contratto: tirocini formativi nelle scuole e graduale assunzione della funzione docente (anche supplenze);
(3) a seguito di “positiva conclusione e valutazione” del tirocinio triennale, il candidato sottoscrive un contratto a tempo indeterminato (ossia diventa definitivamente docente di ruolo).

Quindi, sulla carta, il percorso per diventare insegnanti dovrebbe avere una durata di 8 anni.

Ma, avverte la Fondazione Agnelli, si deve tenere anche conto del fatto che in media un laureato italiano consegue il titolo in 7 anni, per cui gli anni totali per diventare insegnante potrebbero diventare anche 10. Decisamente troppi, anche alla luce di quel che accade negli altri sistemi europei (ad esempio, il sistema tedesco, forse il più lungo, può avere una durata al massimo di 6/7 anni.

Inoltre – conclude la Fondazione Agnelli – con il sistema proposto si posticipa eccessivamente il momento della scelta di una giovane di diventare insegnante, che avviene di fatto alla conclusione della laurea magistrale, rischiando di diventare una scelta "residuale", in mancanza di meglio.

L'intervento completo della Fondazione Agnelli

Didattica a distanza, 9 corsi con iscrizione e fruizione contenuti gratuite