730 precompilato 2016 online: da oggi è consultabile, ecco come

Disponibile da oggi, 15 aprile 2016, il modello 730 precompilato 2016 che è possibile visionare e consultare per constatare l’esattezza dei dati inseriti dall’Agenzia delle Entrate.

Disponibile da oggi, 15 aprile 2016, il modello 730 precompilato 2016 che è possibile visionare e consultare per constatare l’esattezza dei dati inseriti dall’Agenzia delle Entrate.

Per poter apportare correzioni e modifiche al 730 precompilato, sarà, invece necessario attendere fino al 2 maggio giorno dal quale, tra l’altro, sarà possibile anche l’invio della dichiarazione precompilata. La data entro la quale la dichiarazione precompilata dovrà essere inoltrata all’Agenzia delle Entrante, invece, è il 7 luglio, anche se già si parla di possibili proroghe a tale scadenza per il 23 luglio (che cadendo di sabato farebbe slittare la presentazione della dichiarazione al 26 luglio).




Come accedere al proprio modello 730 precompilato? Le modalità sono diverse, è possibile accedere con le credenziali di accesso a Fisconline dell’Agenzia delle Entrate, per chi, invece, è in possesso di Pin Inps è possibile accedere al 730 precompilato direttamente dal sito dell’Inps dopo l’autenticazione, che poi rimanderà al sito dell’Agenzia delle Entrate. Per i dipendenti della Pubblica amministrazione, invece, è possibile accedere con le credenziali NoiPA.

Per tutti i contribuenti, inoltre, si può accedere alla dichiarazione precompilata utilizzando la Carta Nazionale dei Servizi.

Cosa fare dopo aver eseguito l’accesso?

Dopo che,con uno dei metodi sopra elencati, si sarà eseguito l’accesso al proprio 730 precompilato sarà possibile visionare tutti i dati già inseriti dall’amministrazione come ad esempio:

  • spese sanitarie (con l’esclusione dei farmaci da banco)
  • spese funebri
  • spese di istruzione universitaria
  • spese di ristrutturazione di immobili
  • acquisto di edifici.

Se si è in possesso di altra documentazione utile alla detrazione di spese sostenute durante l’anno 2015, come ad esempio spese di istruzione per primo e secondo ciclo (tra le quali ricordiamo anche la possibilità di detrarre la spesa della mensa scolastica), spese sportive dei ragazzi, spese veterinarie o altro, bisognerà procedere all’inserimento modificando il 730 precompilato (possibile soltanto dopo il 2 maggio). L’eventuale modifica o correzione, però, farà perdere al cittadino il diritto di essere esente da controlli formali, valido soltanto per chi accetta ed invia il 730 precompilato senza apportare modifiche e integrazioni.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia