Dichiarazione redditi 730 2019: scadenze e documenti da portare al CAF

di Lucrezia Di Dio

item-thumbnail

Tutte le scadenze per la dichiarazione dei redditi presentata con 730 ordinario o precompilato e i documenti necessari da presentare al CAF.

A partire dal 15 aprile sarà possibile prendere visione del proprio modello 730 precompilato, per coloro che sono in possesso di

  • PIN INPS
  • Pin Agenzia delle Entrate
  • SPID
  • Credenziali NOIPA
  • Carta nazionale dei servizi

Con la Legge di Bilancio 2019 sono stati resi noti i termini di presentazione del Modello 730 sia per chi decide di utilizzare il modello precompilato sia per chi decide di utilizzare il modello 730 ordinario.

Scadenza presentazione 730 ordinario

Il termine ultimo per la presentazione del 730/2019 ordinario è fissata per il 7 luglio, ma cadendo la scadenza di domenica slitta all’8 luglio. Tale scadenza è valida solo che per chi consegna il modello al sostituto d’imposta, per chi lo consegna invece al CAF o all’intermediario la scadenza è fissata al 23 luglio 2019.

Scadenza presentazione 730 precompilato

Per la presentazione del 730 precompilato ci sarà tempo fino al 23 luglio 2019 sia per la trasmissione in autonomia che tramite CAF o intermediario.

730: tutte le date da ricordare

  • Dal 15 aprile 2019 sarà possibile prendere visione del 730 precompilato online
  • Dal 2 maggio 2019 sarà possibile accettare, modificare e inviare il modello 730 precompilato e iniziare a modificare il modello Redditi Precompilato
  • Dal 10 maggio sarà possibili iniziare a inviare il modello Reddito precompilato
  • Dal 28 maggio al 20 giugno 2019 sarà possibile annullare il 730 già inviato e presentare una nuova dichiarazione (operazione che sarà possibile fare una sola volta)
  • Entro 2 luglio 2019 i contribuenti con 730 senza sostituto d’imposta docranno versare il saldo del primo acconto
  • 30 settembre 2019 scadenza presentazione modello Redditi 2019
  • 25 ottobre 2019 scadenza presentazione 730 integrativo

Quali documenti presentare al CAF

Documenti personali

  • Fotocopia codice fiscale del contribuente, del coniuge e dei familiari a carico, anche per i familiari di extracomunitari
  • Dichiarazione dei redditi dell’anno precedente (730 o Unico), compresa la Certificazione Unica, eventuali deleghe di versamento
  • Dati del datore di lavoro che effettuerà il conguaglio a Luglio
  • Fotocopia documento del dichiarante/richiedente

REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE/PENSIONE E ASSIMILATI

  • Certificazione Unica
  • Certificato delle pensioni estere
  • Assegni periodici percepiti dal coniuge,in base a sentenza di separazione o divorzio
  • Attestazione del datore di lavoro, delle somme corrisposte a COLF o BADANTI
  • altri redditi percepiti

TERRENI E FABBRICATI

  • Visura catastale
  • Atti o contratti di compravendita, donazione, divisione, successione
  • Contratti di locazione Legge 431/98
  • Canone da immobili affittati
  • Copia bollettini/F24 di versamento Tasi/IMU pagati nel 2018 (con il relativo calcolo, se disponibile)

Per chi ha scelto la cedolare Secca: ricevuta della raccomandata inviata all’inquilino, copia del contratto, eventuale F24, modello SIRIA, Modello 69

ELENCO SPESE DETRAIBILI O DEDUCIBILI

Casa

  • Contratto di locazione, per le persone che vivono in affitto
  • Quietanza di versamento degli interessi per mutui casa, atto di acquisto, atto di mutuo
  • Fatture pagate al notaio per l’atto di acquisto e la stipula del mutuo stesso
  • Fattura pagata ad agenzie immobiliari per l’acquisto della prima casa
  • Tutta la documentazione per la detrazione per le ristrutturazioni edilizie: fatture, bonifici, concessioni, autorizazioni, comunicazioni inizio lavoro, comunicazione al Centro Operativo di Pescara, ricevuta della raccomandata per i lavori effettuati fino al 31 Dicembre 2010
  • Tutta la documentazione per spese di risparmio energetico, fatture, bonifici e la ricevuta dell’invio della documentazione all’ENEA
  • Bonus mobili per arredo immobili ristrutturati (le spese sostenute devono essere state effettuate tra il 6 giugno 2013 e il 31 dicembre 2017):

– documentazione che attesti l’avvio delle opere di ristrutturazione, fatture relative alle spese sostenute per l’arredo con l’indicazione della natura, qualità e quantità dei beni e servizi acquisiti
– ricevute dei bonifici bancari o postali relativi al pagamento delle fatture, ricevute di avvenuta transazione per i pagamenti mediante carte di credito o di debito, documentazione di addebito sul conto corrente

  • Acquisto abitazione principale in leasing:  contratto di leasing, Certificazione rilasciata dalla società di leasing attestante ammontare dei canoni pagati, Autocertificazione nella quale si dichiara di aver adibito l’immobile ad abitazione principale entro un anno dalla consegna

Figli

  • Ricevute o quietanze di versamento di contributi per iscrizione ragazzi ad attività sportive dilettantistiche (palestra, piscina…)
  • Contratti di locazione pagati per studenti universitari fuori sede o convitti
  • Rette pagate per l’asilo nido
  • Spese di istruzione per la frequenza di:

– scuole materne, elementari, medie inferiori e superiori (tasse, contributi, mensa)
– corsi di istruzione universitaria presso università statali e non statali, tenuti presso università o istituti pubblici o privati, italiani o stranieri

Ex coniuge

  • Assegni periodici versati o percepiti dall’ex coniuge
  • Sentenza di separazione
  • Codice fiscale dell’ex coniuge

Assicurazione e previdenza

  • Contratto stipulato e quietanza di versamento assicurazione: vita, infortuni, rischio di non autosufficienza nel compimento degli atti della vita quotidiana a tutela delle persone con disabilità grave, rischio di eventi calamitosi su unità immobiliari ad uso abitativo
  • Contributi versati per assicurazione obbligatoria INAIL contro gli infortuni domestici (assicurazione casalinghe)
  • Ricevute versamento contributi previdenziali obbligatori o facoltativi
  • Quietanza di versamento a Fondi di previdenza complementare

Altro

  • Erogazioni liberali (Onlus, Ong, Istituzioni religiose, TRUST e Fondi Speciali, Partiti politici ed Istituti scolastici etc.)
  • Ricevute versamenti contributivi all’INPS per lavoratori domestici
  • Spese funebri
  • Abbonamento trasporto pubblico
  • Spese mediche

(Fonte per i documenti CAF/CISL)

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Versione stampabile
Argomenti: