7.000 vincitori del concorso in ruolo nel 2014? Quanti idonei nel 2015? Cautela sulle parole del Ministro, le diverse situazioni regionali

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

red – Vincitori del concorso, idonei, iscritti nelle graduatorie ad esaurimento: grandi speranze e poche certezze. Il Ministro ha esposto ieri un piano che sulla carta strappa gli applausi, ma che potrebbe realizzarsi solo per alcune classi di concorso, in alcune regioni, e non in maniera generalizzata. Non sfuggono inoltre delle incongruenze con i criteri adottati per le immissioni su sostegno appena concluse.

red – Vincitori del concorso, idonei, iscritti nelle graduatorie ad esaurimento: grandi speranze e poche certezze. Il Ministro ha esposto ieri un piano che sulla carta strappa gli applausi, ma che potrebbe realizzarsi solo per alcune classi di concorso, in alcune regioni, e non in maniera generalizzata. Non sfuggono inoltre delle incongruenze con i criteri adottati per le immissioni su sostegno appena concluse.

Assunzione in ruolo dei restanti 7 mila vincitori di concorso. Il Ministro afferma "Come sapete, il concorso 2012 ha avuto circa 11mila vincitori. Di questi vincitori, 4 mila sono stati immessi in ruolo e nominati per l’anno scolastico in corso; i restanti 7mila saranno immessi in ruolo per l’anno scolastico 2014/2015 con assunzioni che faremo nel corso dell’estate. In questo modo, quindi, esauriremo la lista dei vincitori del concorso 2012. " Leggi l’intervento integrale

Questo significherebbe (ragioniamo solo per le situazioni di maggiore evidenza)

  • per la Sicilia 216 assunzioni da concorso per infanzia, 202 per primaria, 255 per A043 – A050 (e numeri altrettanto corposi a questo punto dovrebbero essere tratti da Graduatorie ad esaurimento).
  • il Lazio lo scorso anno non ha utilizzato le graduatorie del concorso 2012, in quanto non pronte alla data del 31 agosto 2013, per cui dovrebbe assumere tutto il contingente, per tutte le classi di concorso, nella tornata di immissioni in ruolo, nell’a.s. 2014/15. Lo stesso dicasi per molte classi di concorso della Toscana.

Veramente ci sono tutti questi posti liberi proprio in coincidenza di queste graduatorie e regioni? Stentiamo a crederlo (negli ultimi anni ad es. primaria è stato ruolo in esubero in Sicilia, in conseguenza della riforma Gelmini).

Seguici su Facebook, news in tempo reale

Ciò che avevamo creduto fino a ieri era che i vincitori sarebbero stati assunti (su questo non è possibile avanzare dubbi), ma per far ciò sarebbe stato necessario utilizzare le graduatorie oltre il biennio indicato dal bando, anche in considerazione delle mancate immissioni in ruolo dell’a.s. 2013/14 per graduatorie non pronte. E in questo senso si era espressa l’ex Ministro Carrozza. Oggi invece, come in un magico sogno, tutti i posti banditi potrebbero essere coperti.

Ma c’è di più. Il Ministro Giannini non solo promette di esaurire le graduatorie di merito del concorso, ma si spinge oltre, alla previsione di immissione in ruolo per i cosiddetti idonei, ossia coloro che hanno superato le prove ma non si trovano in questo momento in posizione utile per il ruolo.

Se – conteggia il Ministro – i vincitori li assumiamo del concorso li assumiamo tutti nel 2014/15, e i vincitori di un nuovo concorso potranno esserci in tempo utile per le immissioni 2016/17, bisognerà coprire il 50% destinato alle immissioni in ruolo nel 2015/16.

Ecco dunque dove collocare gli idonei non vincitori del concorso 2012, a cui il MiurSocial dedica un apposito tweet #opencamera @SteGiannini circa 7mila posti contingente 2015/16 a chi ha superato concorso 2012 ma non era vincitore #idoneiconcorsone2012. Prossime immissioni in ruolo. Apertura anche per gli idonei non vincitori del concorso 2012

Se si pensa questo vuol dire che c’è una legislazione, il Testo unico, che autorizza all’utilizzo delle graduatorie fino all’entrata in vigore del successivo concorso. Eppure – non dimentichiamolo – le recenti immissioni in ruolo su sostegno (le 4.447 aggiuntive per l’a.s. 2013/14, determinate dal Decreto Istruzione) sono state disposte esclusivamente fino al numero massimo dei vincitori, mentre per i posti rimasti liberi sono state ritenuti validi gli elenchi dei precedenti concorsi, pur di non scorrere oltre il numero dei posti messi a bando.

Per contrastare questa operazione, il sindacato Anief ha ricorso al Tar proprio per ottenere la validità delle graduatorie di merito ai fini delle assunzioni con il doppio canale fino alla pubblicazione delle graduatorie del nuovo concorso, che il Ministro ha annunciato di voler bandire nella tarda primavera del 2015 (così da far rientrare anche gli abilitati del II ciclo TFA ordinario)

Ma qua sta il punto. "Su questo ricorso – ci ricorda Marcello Pacifico, presidente dell’Anief – l’Avvocatura dello Stato fino ad oggi si è sempre difesa sostenendo che il concorso era solo per vincitori. Anief ha ribattuto che in questo modo si sta operando una violazione della legge vigente, il Testo Unico 297/1994. In ultimo dal Miur con una nota del 6 febbraio rinnegava la validità dell’utilizzo delle nuove graduatorie per le nomine sul sostegno che sono in corso d’opera. Ora il colpo di scena, con il ministro che smentisce il suo predecessore e la stessa Avvocatura di Stato. E dà ragione all’Anief."

Più realisticamente si potrebbe pensare che in quelle regioni e per quelle classi di concorso in cui si riuscirà ad esaurire le graduatorie dei vincitori già nell’a.s. 2014/15 (e ce ne sono), nel 2015/16 potranno essere utilizzate ancora per il reclutamento degli idonei non vincitori, e questo naturalmente non potrà che aumentare la disparità, o la caccia al posto in più da attribuire nell’attribuzione dei posti in base agli organici. Ma sarebbe necessario fare chiarezza pubblicando con estrema celerità una nota ufficiale che confermi la nuova linea intrapresa. Nero su bianco non guasta.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur