60% degli alunni diversamente abili nella provincia di Reggio Calabria rischia di rimanere senza sostegno

Di
WhatsApp
Telegram

red – A Reggio Calabria aumentano gli alunni che necessitano di sostegno e calano gli insegnanti. Studenti reggini svantaggiati rispetto a quelli di altre parti d’Italia, almeno secondo quanto scrivono Zazzera e Di Giuseppe in una interrogazione parlamentare presentata ieri.

red – A Reggio Calabria aumentano gli alunni che necessitano di sostegno e calano gli insegnanti. Studenti reggini svantaggiati rispetto a quelli di altre parti d’Italia, almeno secondo quanto scrivono Zazzera e Di Giuseppe in una interrogazione parlamentare presentata ieri.

Gli alunni disabili e quelli che comunque necessitano di sostegno nella provincia di Reggio Calabria, in ogni livello scolastico, sono oltre 2.300, numero destinato a crescere nell’anno scolastico 2012/2013, e la dotazione organica di sostegno nella provincia di Reggio Calabria è di 771 posti.

Secondo quanto scrivono i due parlamentari di IdV, Zazzera e Di Giuseppe, in una interrogazione parlamentare, il rapporto tra studenti e insegnanti di sostegno è dunque insufficiente a garantire un adeguato supporto agli alunni con particolari necessità, ponendo gli stessi studenti reggini in una condizione svantaggiata rispetto agli studenti di altre parti d’Italia, promuovendo quindi un gap di formazione difficilmente colmabile.

E ciò nonostante la provincia di Reggio Calabria sia quella con il rapporto studenti/insegnanti meno equilibrato d’Italia: a fronte dell’aumento di richieste di sostegno, viene risposto con un taglio di 250 unità.

Conseguentemente il 60 per cento degli alunni diversamente abili nella provincia di Reggio Calabria rimarrebbe senza sostegno;

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur