6 mesi di servizio militare in cambio di CFU per l’Università

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La proposta è di Forza Italia. Attraverso una proposta di legge il partito ha previsto 6 mesi di servizio militare, su base volontaria, per ragazzi dai 18 ai 22 anni.

L’adesione avrebbe come contropartita il riconoscimento di CFU (crediti formativi universitari) per il percorso accademico.

Dopo l’annuncio di Matteo Salvini sulla possibile “ reintroduzione per alcuni mesi il servizio militare ”, l’argomento è tornato alla ribalta grazie all’idea di Forza Italia di una leva volontaria in cambio di crediti formativi.

Firmatario della proposta è Matteo Perego, che afferma “il metodo migliore per formare la classe dirigente del futuro, noi non siamo quelli che ai giovani vogliono dare un sussidio come il reddito di cittadinanza”.

Servizio militare: per Salvini obbligatorio

Sul servizio militare si era già espresso Matteo Salvini “reintrodurremo sei mesi di servizio militare e civile, per insegnare ai ragazzi a rispettare le regole”

“Noi non vogliamo questo, ma allo stesso tempo la scelta dovrà essere libera, perché non si può imporre qualcosa ai giovani, ma occorre motivarli”.

Rispetto a quella proposta, quella di Forza Italia punta all’adesione volontaria. ” L’esercito professionale su base volontaria che attualmente abbiamo – afferma Elio Vito – è quello che serve al Paese, per cui è impensabile pensare a reintrodurre la leva. Ma questo percorso, che è volontario, può servire ad instillare valori nei giovani, e ci aspettiamo l’attenzione della maggioranza rispetto a questa nostra proposta”

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione