500 euro Carta docente, docenti comprano PC, tablet e libri. Bassa la spesa per corsi di formazione

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Hardware e software la fanno da padrone nell’elenco delle spese del bonus 500 euro Carta docente erogato dal Miur sulla base della Legge 107/2015. 

Bonus 500 euro spetta solo a docenti di ruolo della scuola statale

Si tratta di una misura destinata solo ai docenti di ruolo della scuola statale, per la formazione e l’autoaggiornamento.

La legge 10/2015 ha reso infatti la formazione docenti “obbligatoria, permanente e strutturale” e a questo fine ha stanziato la somma annuale di 500 euro.

Bassa la spesa per corsi di formazione

La tabella Miur evidenzia, nel primo biennio di attuazione, una consistente concentrazione delle spese nell’acquisto di hardware e software (circa il 70%).

Seguono le spese per l’acquisto di libri e testi (anche in formato digitale), che crescono dal 14,5 per cento della spesa del 2017 al 18,9 per cento del 2018.

Nettamente inferiore risulta, invece, la spesa per i corsi di formazione e aggiornamento (6,6 per cento nel 2017 e 7,3 per cento nel 2018)25 mentre poco significativa si dimostra quella per cinema, teatro, spettacoli dal vivo, mostre e musei

La tabella

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione