4mila nuove assunzioni dopo pensionamento Quota96. Ma quando?

Stampa

GB – Il presidente della Commissione Bilancio, Boccia, ha chiesto di fare più in fretta possibile ad approvare il decreto PA al cui interno è stato inserito l’emendamento che dovrebbe mandare in pensione dal 1 settembre i circa 4.000 docenti di Quota 96, e nello stesso tempo permettere le immissioni in ruolo di altrettanti precari.

GB – Il presidente della Commissione Bilancio, Boccia, ha chiesto di fare più in fretta possibile ad approvare il decreto PA al cui interno è stato inserito l’emendamento che dovrebbe mandare in pensione dal 1 settembre i circa 4.000 docenti di Quota 96, e nello stesso tempo permettere le immissioni in ruolo di altrettanti precari.

 Sempre secondo le parole di Boccia: “L’emendamento per i cosiddetti ‘quota 96’ della scuola è pronto e ha le necessarie coperture. È molto positivo che il sottosegretario Cassano abbia accolto la nostra richiesta di inserirlo nel decreto di riforma della Pa.È necessario consentire ai 4 mila insegnanti, come stimati dal ministero dell’Istruzione, che potrebbero andare in pensione, di far domanda entro la fine di agosto, permettendo così ad altrettanti giovani insegnanti di entrare finalmente nel mondo della scuola a tempo indeterminato."

Il M5S se ne prende gran parte del merito: "Grazie a un ordine del giorno della deputata Maria Marzana –  scrive in una una nota il gruppo del M5S alla Camera – il tema dei quota 96, e la risoluzione di questa travagliata vicenda, verrà affrontato nel decreto Pa, prossimo ad arrivare alla Camera. Siamo soddisfatti ed ora aspettiamo il governo alla prova dei fatti. Inizialmente il governo si è dimostrato titubante e avrebbe voluto riformulare la richiesta contenuta nel nostro Odg, annacquandola con l’aggiunta delle "a valutare la possibilità di". E’ stato soltanto dietro le nostre pressanti richieste che l’esecutivo ha preso atto del fatto che mettersi di traverso lo avrebbe messo in cattiva luce. A quel punto, l’Odg è stato accolto senza nemmeno la necessità di metterlo ai voti".

Siamo, forse, al capolinea per l’annosa vicenda dei docenti che dovevano andare in pensione nel 2012, ma che sono rimasti bloccati dalla riforma Fornero.

Ad attenderli anche 4mila precari che prenderanno il loro posto. Ma quando?

Forse dal 2015/16. E’ possibile che non si faccia in tempo per il prossimo anno, dato che il pensionamento avverrà dal 1 settembre 2014 (se tutto filerà liscio). Gli organici sono, infatti, attualmente già definiti, la mobilità è in corso, stiamo aspettando le assegnazioni e gli utilizzi, diciamo che siamo già nella piena attività di preparazione al nuovo anno. Questi posti non possono tecnicamente rientrare negli organici utili per le immissioni, sicuramente lo saranno per gli incarichi annuali.

Stampa

Eurosofia: TFA SOSTEGNO VI CICLO, cosa studiare? Oggi alle 16.00 ne parliamo con gli esperti