45 posti di lavoro per gli Assistenti igienico-personali recuperati a Palermo, ne restano fuori ancora 30

di redazione
ipsef

item-thumbnail

SLAI COBAS S..C PALERMO – Si recuperano 45 posti di lavoro per gli Assistenti igienico-personale, da 96 a 141!

E’ quanto è stato annunciato dal neo commissario straordinario Di Fazio allo Slai nell’incontro intercorso a Palazzo Comitini ieri mattina e questo risultato

E’ SOLO FRUTTO DELL’UNICA LOTTA PORTATA AVANTI IN MILLE FORME DAGLI ASSISTENTI E DAI GENITORI DELLO SLAI COBAS S.C.

Un passo importante che dà coraggio ai precari e alle famiglie che hanno sempre avuto ragione nel rivendicare il diritto per gli studenti disabili di avere garantita un’assistenza con le figure specializzate, ma QUESTA ASSISTENZA DEVE ESSERE COMPLETA E ANCORA NON LO E’!

Restano infatti fuori ancora una trentina di Assistenti igienico-personale e questo è grave perchè nei fatti significherà che su circa 450 studenti disabili una minoranza resterà senza assistenza specializzata e posta in una oggettiva situazione di discriminazione rispetto a tutti gli altri che saranno invece assistiti dagli operatori specializzati.

Ribadiamo a tutti quanti che ILLEGALE è L’UTILIZZO DEI COLLABORATORI SCOLASTICI (40 ore di corso secondo la normativa vigente sono volte solo ad un’assistenza generica e di base) E DENUNCEREMO E CONTRASTEREMO TUTTI COLORO, DAI PALAZZI AI DIRIGENTI SCOLASTICI, SE I COLLABORATORI SCOLASTICI SVOLGERANNO TALE SERVIZIO.

E’ chiaro quinid che la lotta non si può fermare… peraltro per chi non lo sapesse il servizio di trasporto è attivo solo in parte. Da domani ancora in mobilitazione e il 27 ottobre porteremo in piazza la nostra lotta nell’ambito dello sciopero nazionale indetto dai alcuni sindacati di base, a cui lo slai aderisce.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione