Il 43% dei francesi vorrebbe iscrivere i propri figli in una scuola cattolica paritaria

di Giulia Boffa
ipsef

Secondo un sondaggio di La Croix e Opinion Way il 43 per cento dei francesi vorrebbe iscrivere i figli a una scuola cattolica paritaria.

Anche in Francia si discute del finanziamento pubblico alle scuole paritarie, ma secondo il 65 per cento degli intervistati è giusto che lo Stato aiuti le scuole cattoliche perché “il loro insegnamento contribuisce al servizio pubblico di insegnamento”.

Secondo un sondaggio di La Croix e Opinion Way il 43 per cento dei francesi vorrebbe iscrivere i figli a una scuola cattolica paritaria.

Anche in Francia si discute del finanziamento pubblico alle scuole paritarie, ma secondo il 65 per cento degli intervistati è giusto che lo Stato aiuti le scuole cattoliche perché “il loro insegnamento contribuisce al servizio pubblico di insegnamento”.

Il 90% degli intervistati ritiene giusto che si possa scegliere tr lo Stato e la scuola cattolica, perché quest’ultima offre un insegnamento di qualità (80%), lascia uno spazio importante alla dimensione educativa (80%) ed è aperta sia ai non credenti che ai ragazzi che appartengono ad altre religioni rispetto a quella cristiana (78%).

L’1 e il 2 giugno l’associazione Sgec (segretariato per l’insegnamento cattolico) ha organizzato un ciclo di conferenze a Parigi sull’importanza in Francia dell’insegnamento cattolico a cui parteciperanno responsabili delle comunità educativi, attori economici e sociali, e anche protagonisti della politica.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione