Argomenti Archivio 2016

Tutti gli argomenti

400milioni in tre anni contro la povertà educativa. I soldi sono stanziati dalle banche

Stampa

Il fondo è stato presentato ieri dal sottosegretario del Consiglio Nannici e dall'Acri.

Il fondo è stato presentato ieri dal sottosegretario del Consiglio Nannici e dall'Acri.

I finanziatori del fondo sono di origine bancaria, con lo scopo di sperimentare il contrasto alla poverà educativa.

Il fondo è destinato a “interventi sperimentali finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori”.

Si tratta di una formula sancita nell’ambito della Legge di Stabilità 2016 che ha permesso alle banche di finanziare subito il progetto con circa 120 milioni di euro all’anno che riceveranno un credito di imposta del 75%.

Tra le iniziative vanno dall'apertura delle scuole fuori orario all'apertura delle biblioteche, fino alla realizzazione di progetti personalizzati di tutoraggio per i minori in difficoltà.

Il carattere sperimentale di questi progetti sarà trasformato in strutturale nei prossimi anni, scelgiendo tra le iniziative più efficaci.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur