4 maestre arrestate per maltrattamenti, insulti e minacce ai piccoli alunni

Stampa

Quattro maestre di una scuola elementare del Foggiano sono state arrestate per maltrattamenti nei confronti dei loro piccoli alunni.

Secondo l’accusa, i bambini venivano insultati, minacciati, trascinati di peso fuori dall’aula e derisi di fronte a tutti gli altri anche con frasi scurrili.

Gli arresti domiciliari sono stati eseguiti dai carabinieri in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Gip del Tribunale di Foggia su richiesta della procura. Il provvedimento è arrivato a termine di una indagine condotta dalla fine del 2016 fino a marzo 2017 e partita dalla denuncia presentata dal padre di un alunno di quarta elementare nei confronti di una delle maestre arrestate.

Diversi i segni di malessere tra gli scolari emersi all’inizio dell’anno scolastico, come una insolita migrazione di bambini verso istituti di paesi vicini. Gli investigatori hanno quindi ascoltato una quindicina tra insegnanti e genitori, e poi installato in classe una telecamera.

Sono però state le immagini raccolte a determinare poi l’allargamento dell’inchiesta ad altre insegnanti tanto che sono state posizionate più telecamere che hanno evidenziato maltrattamenti da parte delle maestre anche in seconda elementare.

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione