36 mesi di servizio, si contano dal 1° settembre 2016. 5 milioni annui per incrementare fondo risarcimento, emendamento PD

di redazione
ipsef

In un emendamento Pd, a prima firma Tamara Blazina, approvato in commissione Cultura alla legge di Bilancio insieme al parere, che verrà trasmesso in V commissione, è contenuta la richiesta di rifinanziamento del fondo per i risarcimenti dei precari dopo 36 mesi di servizio.

Il fondo è stato istituito dalla legge 107/2015 per i pagamenti in esecuzione di provvedimenti giurisdizionali aventi ad oggetto il risarcimento dei danni conseguenti alla reiterazione di contratti a termine per una durata complessiva superiore a trentasei mesi, anche non continuativi, su posti vacanti e disponibili.

Il rifinanziamento si rende necessario, per il Pd, perché “il computo dei trentasei mesi su posto vacante e disponibile decorre dal 1° settembre 2016”.

Nei giorni scorsi la Cassazione ha però negato il risarcimento ai docenti che nel frattempo sono stati assunti, con o senza il piano di stabilizzazione straordinario della legge 107/2015.

Ciò nonostante il PD stesso ammette che i risarcimenti molto probabilmente interesseranno ancora i lavoratori precari, per i quali è necessario prevedere un fondo cospicuo, 5 milioni di euro annui.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione